Quantcast

Il sommelier: vino e crisi del settore.

Più informazioni su

La figura del sommelier, a differenza di ciò che solitamente si pensa, è differente rispetto a quella dell’assaggiatore di vini. Infatti il secondo, pur condividendo il bagaglio culturale del primo, si limita ad assaggiarli e descriverli, mentre il sommelier si occupa anche della scelta di vini in un locale e dell’abbinamento di essi con le pietanze.

Purtroppo negli ultimi 18 mesi il settore enologico ha subito grandi danni economici a causa della chiusura generale, infatti quest’ultimo è ovviamente strettamente collegato alla ristorazione e al turismo, e date le restrizioni ricevute nell’ultimo periodo, questo ramo è messo sempre di più a dura prova.

A soffrirne di più sono soprattutto i venditori locali e le piccole imprese, che per via della sospensione di degustazioni, vendite dirette in cantina e accoglienza hanno visto in alcuni casi il fallimento.

Se è vero che le piccole realtà hanno subito un danno gravissimo, non si può dire lo stesso delle grandi aziende che seppur danneggiate, hanno a volte registrato un incremento delle vendite GDO, ovvero le vendite al dettaglio attraverso una rete di supermercati o intermediari.

Nel 2020, in questo settore, si sono persi circa 3,4 miliardi di euro, nonché il 25% del totale filiera.
Nel primo trimestre, in Italia, le vendite registrarono un aumento, smorzate dal successivo lockdown e dalla riforma anti-dazi statunitense.

Fonte: www.cittadelvino.it

Progetto alternanza con positanonews- Luigi Castiello e Giorgia Coppola 3° I

Alternanza Liceo Marone di Meta

Più informazioni su

Commenti

Translate »