Quantcast

Il ballerino Roberto Bolle compie 46 anni. Gli auguri da Positano, una delle sue mete preferite

Virale la sua foto sull'isola de "Li Galli"

Oggi il grande ballerino Roberto Bolle festeggia il suo 46esimo compleanno. Nella sua lunga carriera artistica ha ottenuto grandi riconoscimenti ed ha raggiunto importantissimi traguardi facendolo diventare uno dei danzatori più conosciuti a livello mondiale.

Tra le sue grandi passioni vi è anche quella per Positano dove nel 2009, sull’isola Li Galli, fu protagonista della rassegna “Positano Myth Festival”. E ad agosto del 2020 ritornò proprio su Li Galli immortalando quel momento in una foto che ha fatto il giro del mondo dove si sposano, in un connubio perfetto, il fascino del panorama e la perfezione statuaria del suo corpo forgiato da anni di danza.

Dopotutto le isole Li Galli hanno sempre attratto personaggi famosi tra cui molti protagonisti del mondo della danza. Ricordiamo che nel 1924 le isole dinanzi Positano furano acquistate dal coreografo e ballerino russo Léonide Massine che vi fece erigere una bellissima villa: La proprietà passò nel 1989 ad un altro grande esponente della danza, ovvero il ballerino russo Rudolf Nureyev.

E proprio dalla sua amato Positano vogliamo far giungere a Roberto Bolle i migliori auguri in questo giorno di festa augurandoci di rivederlo presto nella città verticale.

Roberto Bolle nasce con la passione per il ballo e, all’età di soli 6 anni, i genitori lo iscrivono ad una scuola di danza a Vercelli assecondando la sua aspirazione ed il suo innato talento. E ad appena 12 anni viene ammesso alla celebre scuola del Teatro alla Scala di Milano dando inizio alla sua prestigiosa carriera che lo porterà, a soli 21 anni, ad essere nominato primo ballerino proprio del Teatro lombardo.

Ed il suo talento lo ha portato ad esibirsi nei più importanti teatri internazionali, da Londra a Parigi, New York a Tokyo e Mosca. Ha ballato con le danzatrici più famose al mondo, come la grande Carla Fracci, Sylvie Guillem, Eleonora Abbagnato, Marianela Núñez ed Ambra Vallo. ​ E nel 2003 la sua carriera viene premiata con il prestigioso riconoscimento di étoile del Teatro alla Scala di Milano.

Ha avuto anche l’onore ed il privilegio di esibirsi di fronte ad importanti personalità internazionali come, ad esempio, la famiglia reale inglese quando aveva solo 22 anni. Ha danzato dinanzi al presidente Vladimir Putin e nel 2004, in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù, si è esibito sotto lo sguardo di Papa Giovanni Paolo II.

Commenti

Translate »