Quantcast

Fiume Sarno, carabinieri scoprono 41 scarichi abusivi ed elevano 242mila euro di multe

Fiume Sarno, carabinieri scoprono 41 scarichi abusivi ed elevano 242mila euro di multe. Tutte le delucidazioni ci sono state fornite da Luigi D’Antuono che ne parla all’interno di un articolo pubblicato nell’edizione odierna del quotidiano La città di Salerno .

La lotta all’inquinamento dei fiumi passa dal contrasto alle attività illecite. I carabinieri del comando unità forestali, ambientali ed agroalimentari sono impegnati da un anno su questo fronte. I risultati positivi sull’ambiente riscontrati durante il primo lockdown del 2020 hanno spinto ad intensificare i controlli, anche con l’ausilio di droni. In questo modo è stato possibile scoprire tanti scarichi abusivi, civili e industriali, nei fiumi, in particolare nei canali e torrenti che compongono il bacino idrografico del fiume Sarno. Non si è agito solo su questo fronte, ma anche sugli sversamenti nei Regi Lagni della zona casertana e napoletana. L’attività, in entrambi i casi, ha avuto inizio con un censimento delle principali attività produttive, suddivise per tipologia, presenti nei territori attraversati dai corsi d’acqua oggetto d’attenzione. I carabinieri del gruppo per la tutela ambientale di Napoli con i dipendenti nuclei operativi ecologici di Napoli, Salerno e Caserta e dei gruppi carabinieri forestali di Napoli, Avellino, Caserta e Salerno hanno proseguito nella loro incessante attività di controllo, procedendo ad effettuare numerose verifiche presso gli opifici industriali, fra i più svariati settori produttivi, con numerosi sequestri di intere aziende, responsabili di illecito smaltimento di rifiuti e scarichi non autorizzati di acque reflue industriali.

Operazioni che hanno visto la collaborazione tecnica di personale dell’Arpac e il coordinamento sinergico delle procure della Repubblica di Avellino, Nocera Inferiore e Torre Annunziata per quanto riguarda il fiume Sarno. Per quanto riguarda il corso d’acqua che sfocia nel golfo di Castellammare i carabinieri hanno controllato 313 attività produttive, denunciato 172 persone, individuato 41 scarichi abusivi, effettuato 47 sequestri tra aziende e parti di esse e aree di stoccaggio rifiuti. In totale sono state elevate 63 sanzioni amministrative per un importo pari a circa 242.000 euro.

 

Commenti

Translate »