Quantcast

Diritti tv, Serie A tra Dazn e Sky: ancora fumata nera

Diritti tv, Serie A tra Dazn e Sky: ancora fumata nera

24 Marzo 2021
lotito.jpg

Tutto rinviato all’assemblea del 26 marzo, la scadenza del 29 marzo si avvicina

alternate text(Afp)

Roma, 24 mar

Il calcio al bivio per la scelta  definitiva del partner commerciale sulle piattorme internazionali per  visione del calcio in rete. Lotta serrata  circa i diritti televisivi utili a far mantenere in vita le squadre di calcio indebitate e che nelle riunioni importanti  si scontrano verbalmente e virtualmente. In video conferenza “fanno a cazzotti” per catturare le risorse finanziarie necessarie e di  sostegno alle gestioni di società allo stremo. Questa crisi calcistica Covid  sta creando gravi difficoltà a tutte le squadre professionistiche. Il Covid e le forti   conflittulità tra i presidenti e i gruppi che si scontrano per il potere portano al serio rischio del fallimento di tutto il movimento calcistico nazionale.  Gimax 

Non c’è ancora un accordo tra i club della Lega Serie A per l’assegnazione dei diritti tv del massimo campionato di calcio per il prossimo triennio 2021-2024. Prossimo appuntamento è venerdì 26 marzo, sempre in videoconferenza. In caso di ennesima fumata nera resterebbe l’ultima possibilità del 29 marzo, ultimo giorno di validità delle offerte di Dazn e Sky. Il fronte a favore di Dazn ha guadagnato il voto del Torino a cui si aggiungono quelli di Atalanta, Fiorentina, Verona, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Parma e Udinese. Sono stati invece 8 gli astenuti: Benevento, Bologna, Crotone, Genoa, Roma, Sampdoria, Sassuolo e Spezia. Il Cagliari è uscito dal collegamento senza esprimersi. Le regole prevedono che, per prendere una decisione in Lega, i voti a favore debbano essere almeno 14.

Commenti

Translate »