Quantcast

Di nuovo zona rossa, un cittadino di Meta: “Ancora una volta si ritengono responsabili i cittadini, i giovani, i negozi…”

Più informazioni su

Di nuovo zona rossa, un cittadino di Meta: “Ancora una volta si ritengono responsabili i cittadini, i giovani, i negozi…”. Riceviamo e pubblichiamo le parole di un cittadino di Meta, in Penisola Sorrentina, in seguito al passaggio della Campania in zona rossa:

Ancora una volta in zona rossa, ancora una volta si ritengono responsabili i cittadini, i giovani, i negozi, i ristoranti etc etc etc.

Ancora una volta i suddetti vengono castigati, puniti e offesi nella loro dignità.

Ormai è più di un’anno che andiamo avanti così senza che nulla di concreto è stato fatto da chi dovrebbe. Figuracce su figuracce, a partire dal controllo dell’epidemia per passare attraverso i vari scandali e per finire alla figuraccia delle vaccinazioni.

Per il governo e le star tv ( virologi et affini ) la colpa è solo e soltanto dei cittadini! Dagli agli untori, chiudiamoli in casa, continuiamo ad ammazzare l’economia tanto i signori politici, virologi etc a fine mese comunque vengono lautamente pagati.

Ormai la parola vergogna per tutto ciò non basta.

Io sono ormai un pensionato dopo ben 47 anni spesi sul mare in giro per il mondo e vi posso assicurare che mi sentivo orgoglioso di essere italiano. Oggi comincio ad avere qualche dubbio!

Provo tanta pena per il nostro Tricolore che si trova a rappresentare un paese allo sbando.

Provo tristezza e preoccupazione per i nostri figli e nipoti.

Provo tristezza per i tanti che si trovano in difficoltà senza via d’uscita.

Quanto dolore e quanta rabbia!!!

Un cittadino metese, orgoglioso di esserlo ma nel contempo un’italiano offeso e deluso.

Più informazioni su

Commenti

Translate »