Quantcast

Covid, nel Salernitano più richieste di cortisonici e di ossigeno. Novità nelle vaccinazioni per chi è stato contagiato

Più informazioni su

La variante inglese del coronavirus si sta dimostrando particolarmente aggressiva, tanto che per curarla nel Salernitano è fortemente aumentata la richiesta di farmaci cortisonici, antibiotici e bombole di ossigeno. Soprattutto negli ospedali la domanda è in crescita, per ripristinare le scorte di magazzino che iniziano a scarseggiare.

Invece per quanto riguarda i vaccini, dal Ministero della Salute è arrivata una interessante indicazione: la somministrazione di un’unica dose di vaccino anti-COVID-19 è possibile nei soggetti con pregressa infezione, “purché la vaccinazione venga eseguita ad almeno 3 mesi di distanza dalla documentata infezione e preferibilmente entro i 6 mesi”. L’indicazione è contenuta nella circolare del ministero firmata dal direttore della Prevenzione Gianni Rezza.PINO D’ELIA RADIO ALFA

Più informazioni su

Commenti

Translate »