Quantcast

Considerate se questo è un uomo

“Considerate se questo è un uomo”, versetto antichissimo, che chi è religioso recita due volte al giorno se ha l’umanità di persone come Primo Levi. Verso che ci chiede di scavare in noi stessi per scoprire la coscienza che ci rende umani.

Somma Vesuviana (NA) In via Tirone un anziano con un fucile da caccia di grosso calibro si è avvicinato ad un cucciolo di pastore tedesco, che da qualche tempo viveva la sua vita randagia in questa strada in modo pacifico, a detta degli altri abitanti, e ha scaricato sul piccolo una fucilata (foto in basso). Il colpo è andato a segno. Il cucciolo non avrà neanche realizzato quello che gli stava accadendo. Il pensionato ai carabinieri della Caserma di Castello di Cisterna, giunti sul posto, ha dichiarato che quel cucciolo aveva aggredito la sua cagnetta. Il male è una cosa che appartiene solo a noi uomini, solo noi siamo capaci di una cattiveria simile, di una vigliaccata simile, di una follia simile. C’è una frase che scrive Hannah Arendt nel suo testo “La banalità del male“, che mi è rimasta impressa, ed è che “se scavate a fondo nel “Male” non troverete nulla”. Se scaverete nelle persone votate al male non troverete nulla. E’ questa la differenza tra le persone perbene e i delinquenti, le persone perbene hanno imparato che la vita comporta sacrifici e momenti difficili, il loro mondo interiore è pieno, le persone cattive per quanto vi possiate adoperare a scavare nel loro animo non racchiudono che il nulla, che, attenzione, è peggio del vuoto, perché il concetto di “vuoto” implica che un giorno ci sarà qualcosa che lo potrà riempire, lascia una speranza che invece il nulla non dà. Ed è per questo che il Male, e coloro che ne fanno parte, vanno a braccetto con la morte e sono sempre pronti a dispensarla agli altri esseri viventi. di Luigi De Rosa

Generico marzo 2021

Commenti

Translate »