Conca dei Marini: avviso pubblico per adozioni di misure urgenti di solidarietà alimentare

Il Comune di Conca dei Marini, come per il precedente analogo intervento, intende assegnare un contributo ai nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 ed in stato di bisogno, dando priorità a quelli non assegnatari di sostegno pubblico, a mezzo erogazione di buoni spesa per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali.

Considerato che il fondo statale a tal fine assegnato presenta ad oggi un residuo da poter utilizzare per l’erogazione di ulteriori buoni spesa, si ritiene di pubblicare nuovamente l’Avviso così come approvato con determina Uff. Rag. n.32 del 14/12/2020.

I nuclei familiari residenti nel Comune di Conca dei Marini (nucleo familiare si intende la famiglia anagrafica alla data di presentazione della domanda) che si trovino a non avere risorse economiche disponibili per poter provvedere all’acquisto di generi di prima necessità, possono usufruire dei benefici di cui al presente avviso mediante presentazione di nuova istanza al Comune di Conca dei Marini compilando il modulo di autocertificazione allegato.

All’istanza occorre allegare attestazione ISE in corso di validità, in cui il valore ISEE non sia superiore ad € 9.000,00. I buoni spesa possono essere utilizzati per l’acquisto di generi alimentari e/o prodotti di prima necessità (ivi compresi prodotti per l’igiene personale, per l’igiene della casa e prodotti farmaceutici).

L’assegnazione dei buoni spesa sarà effettuata secondo quanto dichiarato nell’istanza, dando priorità:

•ai nuclei familiari senza alcun reddito ed in cui nessuno dei componenti percepisca altro tipo di sostegno o ammortizzatore sociale (esempio Ristori statali o regionali, Cassa Integrazione ordinaria e in deroga, NASPI, ASDI, DIS- COLL- reddito di cittadinanza, ecc.);

• ai nuclei familiari che hanno subito la riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare per una delle seguenti cause:

– mancato inizio o riduzione del periodo di lavoro stagionale;
– licenziamento senza ammortizzatori sociali;
– mancato rinnovo di contratti di lavoro o di lavori atipici;
– perdita del lavoro precario;
– sospensione o forte contrazione dell’attività di lavoro autonoma;
– perdurare della condizione di inoccupazione o di indigenza.

Clicca qui per consultare il bando.

Clicca qui per scaricare autocertificazione

 

Commenti

Translate »