Quantcast

Cilento in lutto per la morte di Giuseppe Tarallo

Cilento in lutto per la morte di Giuseppe Tarallo

Una preghiera per il ritorno a Dio di Giuseppe Tarallo, cilentano innamorato e appassionato della sua terra. “Il suo esempio sia un insegnamento per questo territorio”, dice addolorato il parroco di Lago di Castellabate Don Pasquale Gargione
Ieri in un lungo post su Facebook del figlio di Giuseppe Tarallo, Pasquale: “Stasera non posso andare a dormire senza ringraziare chi ci è stato vicino in questi ultimi 3 giorni in cui Papà sta combattendo con tutte le sue forze per stare qui, su questa Terra tra i suoi affetti. Ci avete chiamato e messaggiato in tantissimi, veramente tantissimi per testimoniare la Vostra Presenza e l’Affetto nei confronti di Papà e della Nostra Famiglia. Anche su fb infinite manifestazioni di solidarietà e vicinanza in un momento così delicato sono veramente gioia pura e conforto.
Vi ringraziamo Uno ad Uno anche a nome di Peppe Tarallo che ha trovato la forza per lottare e resistere non solo perché è un Combattente, un Guerriero ma perché sa di essere nelle preghiere di quanti gli vogliono bene. Un caloroso e affettuoso e commosso ringraziamento lo voglio fare alla mia Comunità che si è dimostrata splendida e sinceramente vicina a Papà ed a tutti noi. Non lo dimenticherò mai. Grazie ancora di vero Cuore! Continuiamo a Pregare e Sperare.”

Oggi, purtroppo, Giuseppe Tarallo, ha cessato di vivere, la notizia si è diffusa in tutto il Cilento; grande tristezza, “un’uomo che ha percorso in tutti i suoi anni mille battaglie ideali di salvaguardia del nostro territorio”. Peppe Tarallo già presiedente del Parco e primo sindaco Verde  è venuto a mancare oggi presso l’ospedale di Salerno. La notizia si è diffusa velocemente a Montecorice, sua terra natia, e in tutto il comprensorio.

Un cuore ambientalista che ha smesso di battere oggi. Si era sottoposto ad un intervento chirurgico e sembrava che le sue condizioni fossero in miglioramento. Poi la situazione è precipitata. Tarallo aveva 73 anni. Si è laureato in Lettere Classiche a Napoli, ha  insegnato alle scuole superiori (a Como e S.Marco di Castellabate) e per alcuni anni è stato bibliotecario presso il Liceo Classico di Agropoli. Venne eletto primo sindaco verde d’Italia a Montecorice nel 1993. Dimessosi dalla carica venne rieletto nel 1997. Dal 2001 agli inizi del 2008 è stato il presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Una vita spesa per l’ambiente e la tutela del territorio. “Mi batto contro la speculazione edilizia e la presenza della camorra, per consumi a km 0 e 0 consumo del suolo, a difesa di bellezza e paesaggio”, raccontava di sé Giuseppe Tarallo.
Tantissimi i messaggi di cordoglio che stanno giungendo nelle ultime ore da parte di cittadini e amministratori.

Commenti

Translate »