Quantcast

CIAO FRANCO SIMIOLI !

Noi di Positanonews  vogliamo  salutare e ricordare l’amico Franco Simioli , sempre disponibile e aperto nei nostri confronti. Lo facciamo  con un piccolo video dal nostro archivio  e uno scritto di suo pugno, che intravediamo come un testamento, per noi e per le future generazioni.  In questo scritto degli anni ’80, è condensato il suo modo di battagliare, quasi profetico nei confronti della popolazione e dei contadini, la necessità di unirsi e non perdersi a mosaico, si percepisce in esso  il peso della responsabilità. Abbiamo  scelto questo piccolo saggio tra i tanti suoi scritti e le sue battaglie, perché è quello che anni dopo avrà realizzazione e successo, indirizzando le linee economiche non solo sull’agricoltura ma anche su un turismo di nicchia.  Mai come in questo momento di pandemia , queste parole ci appaiono più obiettive  e lungimiranti. Una economia monoreddito come quella impostata sul solo turismo nella città di Sorrento, in questo  periodo genera una crisi profonda, invece l’economia produttiva  di Massa Lubrense , che ha dato priorità all’agricoltura , con i limoni , le strade del vino e dell’olio, subisce si una crisi economica e sociale, ma meno profonda.

Generico marzo 2021

VOLUME  ATTI :   VII SAGRA DEL LIMONE   ATTI PARTE PRIMA OTTOBRE 1980

Intervento del rag. FRANCESCO SIMIOLI

Assessore al Turismo e sviluppo economico

L’occasione di vederci è estremamente importante. Ringrazio innanzi tutto la partecipazione massiccia degli agricoltori, significa

che lo steccato è ormai superato. A me compete provvedere alla programmazione dello sviluppo economico del paese, che è una responsabilità eccezionale e, quindi, vi parlo in questa veste. Il convegno è sull’agrumicoltura che è un aspetto della agricoltura locale e noi all’agricoltura vogliamo pensarci e concretamente. Ma non vogliamo pensarci solamente perché andiamo ad invocare  provvidenze agli illustri ospiti qui presenti, ma perchè pensiamo che il territorio debba essere gestito non solo in modo democratico

ma anche in modo efficace. E per fare questo incominciamo a chiedere all’Assessore Regionale per l’Agricoltura, un bel provvedimento di legge quadro per lo sviluppo dell’agricoltura, in quanto succede che mentre i colleghi suoi dell’urbanistica vanno ad applicare norme legislative precettive, di coordinamento per la gestione del territorio per cui cì vengono a dire qui non si costruisce, lì non devi fare, lì devi stare attento, lì puoi, per l’agricoltura non abbiamo un progetto analogo. Allora noi amministratori ci troviamo in questa grossa difficoltà e contradizione: stiamo per varare un nuovo P.R.G. in cui l’agricoltura deve essere potenziata. Ma potenziata in che modo, in che forma, su quali basi su quale coordinamento col resto dell’agricoltura della Penisola della Costiera Amalfitana e della Provincia, perché noi non possiamo essere un isola felice dove c’è solo il limone come preoccupazione se poi dimentichiamo il resto dell’agricoltura, l’economia generale e dimentichiamo anche l’agriturismo. Ed io mi occupo anche di turismo, nella modesta responsabilità locale e mi occupo dei problemi ad esso legati. Quindi è chiaro che se noi potenziamo l’agricoltura sviluppiamo soprattutto l’economia ed il fenomeno dell’esodo dalla terra non è un fatto retorico. »

Non dimentichiamo che la NUOVA ZELANDA ancora accoglie i nostri concittadini e non sono solo pescatori, sono anche cittadini

delusi di non aver trovato nella nostra bellissima terra un posto di lavoro, semplicemente di non aver potuto esercitare il diritto al lavoro che praticamente è alla base della nostra Costituzione. Quindi noi soprattutto chiediamo questo: un intervento organico

di legge quadro che non riguarda soltanto Massa Lubrense ma anche Massa Lubrense, che possa dare quelle linee di sviluppo che poi passano attraverso l’agricoltura e attraverso soprattutto l’impostazione delle nostre colture, in quanto il nostro problema essenziale è la frantumazione della proprietà coltivatrice. I micro terreni, le micro proprietà non fanno scattare determinati requisiti di legge per poter beneficiare di contributi, quindi la cosa principale è poter avere provvedimenti finanziari, avere, cioè, soldi dalle banche a tasso agevolato per poter acquistare terreni affinché ci possono essere maggiori estensioni e si possa fare quella cooperazione che anche da noi stenta a vedere la luce, stenta a progredire e ciò soprattutto  perché un intervento coordinato deve essere soprattutto un intervento su un territorio estremamente vasto. Allora i problemi prioritari, a parte lo snellimento delle procedure, a parte il contributo che è sempre una forma assistenziale che non incide poi di fatto sulla struttura, riguardano il modo in cui noi ci andiamo a di adenti fi e are in un quadro di sviluppo economico che vede l’agricoltura al primo posto ed allora per questo, per cortesia, vorrei delle risposte possibilmente concrete su qual’è il disegno attuale per poter addivenire alla riconversione delle colture ma soprattutto sulla ricomposizione finanziaria e fondiaria della proprietà contadina, appunto attraverso dei finanziamenti a tasso agevolato e dei contributi in questo settore. L’avvocato Cuomo Sindaco di Sorrento, ha lanciato un appello ai Comuni della Penisola Sorrentina affinché ci si consorzi per la valorizzazione dei nostri prodotti. Devo dire che Massa Lubrense è all’avanguardia è infatti in data 26.10.1980 Massa Lubrense celebrerà la sua 4a mostra mercato dei prodotti agricoli locali, siete tutti invitati attraverso la distribuzione di un cartoncino invito. Ciò dimostra che chi soffre sulla terra riesce subito a centrare il problema reale e, quindi, la valorizzazione del prodotto agricolo già è stato posto come nostro obiettivo. Chiediamo ai nostri amabili Amministratori regionali e nazionali la possibilità di fruire di contributi, ma non il contentino, come incentivazione alle iniziative in modo tale che il prodotto massese si vada ad associare a quello degli altri comuni della penisola sorrentina, in quanto il discorso è sempre soltanto comprensoriale.

Commenti

Translate »