Quantcast

Ci lascia padre Gianfranco Grieco, vaticanista de “L’Osservatore Romano”. Profondo il suo legame con Ravello

Questa sera è venuto a mancare padre Gianfranco Grieco, storico vaticanista dell’Osservatore Romano in modo particolare durante il pontificato di Giovanni Paolo II. Padre Grieco aveva 78 anni e da tempo combatteva contro la malattia che alla fine non gli ha dato scampo.

Eccellente teologo, scrittore e giornalista, per tanti anni seguì Papa Giovanni Paolo II nei suoi viaggi pastorali in Italia e nel mondo.

Padre Grieco – come riporta “Avvenire” – era nato il 7 maggio 1943 a Barile in provincia di Potenza e già da giovanissimo entrò giovanissimo nell’Ordine dei Frati Minori Conventuali, studiando nei seminari serafici di Ravello, Nocera Inferiore e Portici. Dopo l’anno di noviziato in Assisi, frequentò gli studi liceali presso il seminario serafico di Sant’Anastasia in provincia di Napoli. Dopo due anni di filosofia e quattro anni di teologia presso la facoltà Teologica Seraphicum di San Bonaventura in Roma, ricevette l’ordinazione sacerdotale il 21 dicembre del 1967 dal cardinale Paolo Marella, arciprete della Basilica di San Pietro.

All’Osservatore Romano entrò nel 1970, vivendo dunque l’ultima parte del pontificato di Paolo VI. Ma fu nel 1978, con l’elezione di Giovanni Paolo II che il suo lavoro giornalistico ebbe una svolta. Giornalista professionista dal 1974, fu nominato inviato speciale per seguire i viaggi del Papa ora santo e successivamente divenne capo del Servizio del Servizio Vaticano de L’Osservatore Romano. Proprio quei viaggi che nel 2007, lasciato il quotidiano d’Oltretevere, raccontò anche in un libro pubblicato per le Edizioni San Paolo: Pellegrino. Giovanni Paolo II tra le civiltà del mondo.

Dopo l’esperienza all’Osservatore, padre Grieco rimase al servizio della Santa Sede, lavorando al Pontificio Consiglio per la famiglia, negli anni in cui fu presidente l’arcivescovo Ennio Antonelli.

Commenti

Translate »