Quantcast

Ci lascia il 78enne Bruno Basentini, era stato patron dell’Ischia Calcio

Lutto nel mondo sportivo. All’età di 78 anni è venuto a mancare Bruno Basentini, imprenditore alberghiero e storico presidente dell’Ischia Calcio che, grazie a lui, raggiunse i massimi livelli della sua storia.

Basentini era nato il 24 novembre 1943 a Potenza ma era oramai considerato un cittadino ischitano, avendo vissuto sull’isola fin dal 1973. La sua lunga carriera nel settore turistico ebbe inizio negli anni ’70 quando era impiegato della Carriero & Baldi. Successivamente divenne general manager prima e amministratore delegato poi della Cabalhotel, gestore e proprietario del Grand Hotel Terme di Augusto, fondatore di un tour operator, consigliere nazionale di Fderterme. Ma con l’entusiasmo e la passione che lo contraddistingueva volle provare anche la carriera politica e nel 2005 si candidò alle elezioni regionali a sostegno di Antonio Bassolino.
Ma la sua grande passione era il calcio e nel 1989 decise di rilevare la squadra ischitana facendole vincere, nel 1990-1991, il campionato di serie C2 e riportandola quindi in C1. Nel 1991-1992 l’Ischia riuscì a conquistare un bellissimo quinto posto in classifica, il miglior piazzamento di sempre, e arrivò fino ai quarti di finale di Coppa Italia. Nel 1994 Bruno Basentini lascia il posto di presidente dell’ischia Calcio a Catello Buono ma nel 2005 rileva nuovamente la società e la rifonda con la denominazione “Ischia Benessere & Sport”. La squadra dominò il campionato e riuscì ad ottenere il ritorno in Serie D ed a fine stagione la squadra si aggiudicò la Coppa Ammaturo, la Supercoppa d’Eccellenza.  Nel 2006 Basentini rassegna le dimissioni dalla presidenza dell’Ischia benessere e sport.

Con la morte di Bruno Basentini va via un pezzo di storia dell’isola di Ischia. Basentini lascia nel dolore la moglie Rosa ed i figli Mario e Roberta, ai quali la redazione di Positanonews porge le più sentite condoglianze.

(foto di La Repubblica)

Commenti

Translate »