Quantcast

Cava de’ Tirreni, il contagio all’Abbazia: solo un monaco immune

Cava de’ Tirreni, il contagio all’Abbazia: solo un monaco immune. Un’intera città si stringe ai suoi monaci, rappresentanti di una tradizione millenaria che continua ad essere tramandata di generazione in generazione. Cava de’ Tirreni, adesso, sta sostenendo la comunità monastica dell’Abbazia benedettina: sei monaci su sette che vivono nel monastero – compreso l’abate Michele Petruzzelli – sono risultati positivi al coronavirus e, adesso, sono in isolamento nella Badia della città metelliana.

Le loro condizioni di salute sono buone: soltanto due frati, infatti, hanno sviluppato dei lievi sintomi e vengono monitorati con grande attenzione dai medici dell’Usca di Cava de’ Tirreni. La notizia, però, ha colpito molto la città metelliana: in tanti, infatti, si sono offerti di dare aiuto ai monaci “rinchiusi” a causa del Covid. Una generosità apprezzata dalla comunità monastica dell’Abbazia benedettina che, adesso, resta in attesa della guarigione. Il contagio si è diffuso all’interno della Badia nelle scorse settimane: circa dieci giorni fa, infatti, uno dei monaci aveva iniziato ad accusare dei sintomi influenzali. Si pensava a un malanno di stagione ma, dopo qualche ora, anche un altro ha sviluppato gli stessi sintomi. Di qui, di concerto anche con i medici a cui è stata segnalata la questione, si è deciso di procedere con i controlli e con i tamponi. L’esito è arrivato a metà della scorsa settimana: sei monaci su sette, compreso l’abate Michele Petruzzelli, sono stati colpiti dal coronavirus e, adesso, dovranno attendere qualche giorno prima di sottoporsi ad ulteriori test per comprendere se l’infezione sia stata superata o meno. A loro è arrivato anche l’abbraccio del sindaco Vincenzo Servalli che, nella giornata di domenica, ha annunciato alla cittadinanza il contagio: «Esprimo la mia vicinanza personale e quella di tutti i cavesi, alla comunità monastica dell’Abbazia Benedettina, al Padre Abate Michele ed ai nostri amati monaci, con la certezza che supereranno la difficile prova del Covid. La nostra città si raccoglie in preghiera insieme a voi».

Fonte La Città di Salerno

Commenti

Translate »