Quantcast

Cava de’ Tirreni, gli ispettori ambientali scavalcano la fila, anziani e persone fragili aspettano

A Cava gli ispettori ambientali scavalcano la fila, anziani e persone fragili aspettano

Dall’amministrazione Servalli una gestione assurda della campagna vaccinale

Cava de’ Tirreni, 30 marzo 2021 –Mercoledì scorso il premier Mario Draghi è stato chiaro: “Alcune Regioni trascurano i loro anziani in favore di gruppi che vantano priorità probabilmente in base a qualche loro forza contrattuale”.

E infatti, mentre a Cava la campagna vaccinale arranca e gli ultra ottantenni sono costretti a recarsi all’ospedale di Nocera, c’è chi annuncia trionfalmente che gli ispettori ambientali sono stati vaccinati in anticipo, perché il Comune di Cava ha deciso di equipararli alle Forze dell’Ordine. Congratulazioni a quanti sono riusciti a passare davanti agli altri, in barba all’età e alle esigenze delle persone fragili. Tanti auguri di buona fortuna agli anziani che ancora aspettano, agli ospiti delle residenze sanitarie assistite, a chi avrebbe avuto diritto e ha perso la propria dose. A tutti loro diamo un consiglio: facciano come qualche ispettore ambientale, scrivano sui social qualche post grondante di ammirazione per il Sindaco e per il suo Assessore alla Sanità, e sicuramente acquisteranno anche loro il diritto ad essere vaccinati.

I gruppi consiliari di La Fratellanza, Siamo Cavesi, Fratelli D’Italia e Forza Italia

Commenti

Translate »