Quantcast

Cava de’ Tirreni, dopo 5 anni via Troisi si rifà il look: lavori da 240mila euro

Cava de’ Tirreni, dopo 5 anni via Troisi si rifà il look: lavori da 240mila euro. Via Alberto Troisi si rifà il look, finalmente. Il progetto di riqualificazione del tratto di strada della località cavese di San Lorenzo, più volte sollecitato dai residenti, era in cantiere ormai dal 2016 e dopo cinque anni di tribolazioni (soprattutto di natura burocratica ed economica) sono definitivamente iniziati i lavori.

L’intervento di rifacimento di circa 200 metri di strada che collega via Carlo Santoro e via Pasquale Atenolfi, prevede l’allargamento e la messa in sicurezza della sede stradale prospiciente gli edifici scolastici, il ripristino della pavimentazione, la realizzazione di un marciapiedi, dei sottoservizi (in particolare rete fognaria e rete idrica) e anche di un parcheggio con 15 posti auto ed un piccolo parco giochi per bambini. Il tutto per una cifra totale di quasi 240 mila euro.

Il progetto era stato approvato già nel luglio del 2016 e il sindaco Vincenzo Servalli , insieme all’assessore alle opere pubbliche, Nunzio Senatore , aveva avuto ampiamente modo di presentarlo alla cittadinanza in più occasione. Il problema, però, a quanto pare, è stato reperire i fondi necessari affinché l’intervento si potesse realizzare: solo nel marzo 2019 l’amministrazione comunale ha potuto fare ricorso ai fondi derivanti dall’accensione di un mutuo presso la Cassa depositi e prestiti così da garantire la fattibilità del progetto. Partiti i lavori, dunque, bisognerà attendere un paio di mesi almeno affinché la riqualificazione possa considerarsi eseguita. «Sono lavori attesi da decenni – ha spiegato l’assessore Senatore – non solo per il degrado ma anche per la sicurezza soprattutto dei ragazzi che frequentano gli istituti scolastici di San Lorenzo. Riconsegneremo un pezzo di città completamente riqualificato ».

La manutenzione risponde alle sollecitazioni che da anni i residenti della zona richiedono per un intervento che, in primis, metta in sicurezza la stradina nel tempo divenuta molto trafficata e che, soprattutto, possa garantire il passaggio pedonale durante l’ingresso e l’uscita dai plessi scolastici di via Carlo Santoro, frequentati da centinaia di ragazzi delle scuole medie e bambini della scuola dell’infanzia ed elementare.

Fonte La Città di Salerno

Commenti

Translate »