Quantcast

Bollo auto e multe stradali,con il decreto sostegno del governo Draghi, annullate cartelle fino a 5 mila euro.

Secondo quanto anticipato da diverse fonti di stampa già durante lo scorso fine settimana, l’Esecutivo guidato dall’ex presidente della BCE starebbe lavorando ad una nuova pace fiscale per gli automobilisti inadempienti e quindi un colpo di spugna anche sulle cartelle esattoriali emesse dal 2015.

L’obbiettivo del Decreto Sostegno del Governo Draghi rimane quello di fornire aiuti e supporto alla famiglie, ai lavoratori e alle imprese più duramente colpiti dalla crisi innescata dal coronavirus. Tra le tante novità in arrivo forti agevolazioni anche per coloro che hanno debiti con il fisco,in particolar modo dovuti  mancato pagamento, entro i termini previsti, di bollo auto e multe stradali. Milioni di cartelle esattoriali potrebbero essere bloccate dall’Agenzia delle Entrate dopo la decisione del Governo di non colpire ulteriormente i contribuenti in una fase così difficile come quella che dura ormai da un anno a questa parte. Secondo indiscrezioni la nuova rottamazione potrebbe prendere il via a giugno prossimo e coerentemente con questa indicazione dovrebbe essere esteso di almeno due mesi il termine relativo ai pagamenti delle rate riguardanti i piani di rottamazione già in essere. La novità più rilevante è quella del saldo e stralcio che dovrebbe riguardare tutte le cartelle emesse dal 2015 con un valore fino a 5 mila euro. Pertanto chi e ha ricevuto la relativa cartella emessa a partire dal 2015 in poi, vedrà cancellato il suo debito fino a 5 mila euro. Mentre per ruoli superiori ai 5mila euro secondo indiscrezioni dovrebbe essere possibile regolarizzare la propria posizione versando quanto dovuto a rate, presumibilmente nell’arco di due anni. – 04 marzo 2021 – salvatorecaccaviello

Fonte: Trend online

Commenti

Translate »