Quantcast

Ascensori, funivie e gallerie in costa d’Amalfi, Sorrento e Salerno: gli interventi dell’ACaMIR

L’ACaMIR, Agenzia Campana per la Mobilità, ha stipulato un accordo con i principali comuni della costiera amalfitana, penisola sorrentina e Salerno. Nel piano, sono previsti gli interventi per ascensori, funivie, bretelle, gallerie e parcheggi d’interscambio nei vari comuni di Vico Equense, Sorrento, Vietri sul Mare, Furore, Massa Lubrense, Ravello, Amalfi, Maiori, Minori, Positano, Praiano, Scala, Agerola, Cetara.

Il piano è finalizzato alla realizzazione di un sistema integrato di infrastrutture tecnologiche, applicato a tutti i comparti della mobilità, dal trasporto collettivo a quello individuale, al trasporto merci e a tutte le modalità di trasporto su gomma, ferro e marittimo.

Di seguito tutti i progetti previsti.

Collegamenti meccanizzati

  • Collegamento pedonale meccanizzato con la Marina di Vico Equense: l’intervento è relativo ad un collegamento pedonale meccanizzato fra la stazione “Vico Equense” della ferrovia regionale EAV e il borgo di Marina di Vico, da realizzare attraverso la costruzione di una coppia di ascensori ed una galleria pedonale di base, con l’obiettivo di garantire l’accessibilità alla Marina in maniera sicura e continuativa durante tutto l’anno. Il collegamento potrà configurarsi, infatti, come una estensione delle uscite della stazione ferroviaria e sarà utilizzabile sia dagli utenti dei servizi ferroviari che da altre categorie di utenti. Inoltre, la realizzazione dell’intervento potrà consentire anche una rimodulazione dei servizi di Trasporto Pubblico Locale attualmente eserciti, con lo scopo di migliorare l’accessibilità alle varie frazioni del Comune, nonché il risanamento del costone interessato dall’intervento.

  • Collegamento pedonale meccanizzato con la Marina Piccola di Sorrento: l’intervento è relativo ad un collegamento pedonale meccanizzato per il superamento del dislivello presente tra il porto di Marina Piccola ed il centro abitato, da realizzare con l’obiettivo di consentire un’accessibilità pedonale sicura al porto di Sorrento, interessato, annualmente, da quasi 2 milioni di movimenti passeggeri: attualmente infatti, per l’accesso al porto, è disponibile una strada comunale di sezione ridotta, sulla quale vige un’ordinanza sindacale restrittiva delle dimensioni consentite per i veicoli in transito; tale arteria, inoltre, non presenta un marciapiedi per i pedoni. Inoltre, la realizzazione dell’intervento potrà consentire anche una rimodulazione dei servizi di trasporto pubblico locale attualmente eserciti, finalizzata al soddisfacimento di ulteriori esigenze di mobilità, nonché la pedonalizzazione di parte del centro storico.

  • Collegamento pedonale meccanizzato con la frazione Marina di Vietri sul Mare: l’intervento è relativo ad un collegamento pedonale meccanizzato da realizzare tra la parte alta dell’abitato, nei pressi di Piazza Matteotti, e la fascia costiera, con l’obiettivo di consentire l’accesso alla Marina con una modalità alternativa all’autovettura privata; l’ampia superficie per la balneazione, in termini sia di lunghezza che di profondità della spiaggia, nonché la vicinanza con il casello autostradale, comporta l’attrazione di un elevato numero di autovetture che sostano, nella maggior parte dei casi fuori dagli appositi stalli, nei pressi della fascia costiera e nella parte interna del centro, provocando notevole disagio ai residenti a causa del ripetersi di ingenti fenomeni di congestione stradale. Inoltre, il collegamento in progetto si integra con la stazione “Vietri sul Mare – Amalfi” di RFI, in un’ottica di integrazione modale con la ferrovia.

  • Collegamento pedonale meccanizzato della località Portella, nel Comune di Furore, con la SS 163: l’intervento è relativo ad un collegamento meccanizzato fra l’abitato ed il fiordo, in corrispondenza della SS 163, con l’obiettivo di garantire un’accessibilità reciproca dell’abitato di Furore con la SS 163 ed il fiordo omonimo, che non sia esclusivamente secondo un percorso pedonale composto da un insieme di scale, come avviene attualmente. L’accesso alla SS 163 consentirà anche agli utenti un utilizzo più agevole dei servizi di TPL eserciti lungo l’arteria.

  • Collegamento pedonale meccanizzato tra la Marina di Cassano e via delle Rose: l’intervento è relativo ad un collegamento pedonale meccanizzato fra il parcheggio di interscambio localizzato alla fine di via delle Rose e la Marina di Cassano, da realizzare attraverso la costruzione di una coppia di ascensori ed una galleria pedonale di base attrezzata con tappeti mobili, con l’obiettivo di migliorare l’accessibilità pedonale al mare, attraverso la realizzazione di un nuovo collegamento che andrebbe ad aggiungersi a quello già in funzione in via Ripa di Cassano, che però presenta la problematica derivante dalla scarsa accessibilità pedonale di tale arteria comunale, che si presenta tortuosa e caratterizzata dall’assenza di percorsi pedonali protetti. Inoltre, la realizzazione del collegamento consentirà di evitare il transito di pedoni lungo le rampe di Marina di Cassano, caratterizzate da una sezione stradale ristretta ed assenza di percorsi pedonali protetti.

Funivie

  • Funivia tra Sant’Agata sui due Golfi e Sorrento: l’intervento è relativo ad un collegamento sospeso a fune da realizzare fra la località collinare del Comune di Massa Lubrense e la stazione EAV “Sorrento”, con l’obiettivo di garantire un collegamento tra i due comuni che sia alternativo al servizio su gomma e soprattutto all’uso dell’auto privata. Inoltre, la realizzazione dell’intervento potrà consentire anche una rimodulazione dei servizi di Trasporto Pubblico Locale attualmente eserciti, con lo scopo di migliorare l’accessibilità alle varie frazioni dei Comuni, nonché il collegamento diretto con la linea EAV “Napoli – Sorrento”.

  • Funivia Minori – Torello – Ravello: l’intervento è relativo ad un collegamento sospeso a fune da realizzare fra gli abitati di Minori e Ravello, con la possibilità di realizzare una fermata intermedia in località Torello, anch’essa nel Comune di Minori, con l’obiettivo di garantire un collegamento tra i due Comuni che sia alternativo al servizio su gomma e soprattutto all’uso dell’auto privata. Inoltre, la realizzazione dell’intervento potrà consentire anche una rimodulazione dei servizi di Trasporto Pubblico Locale attualmente eserciti.

  • Funivia Agerola – Pogerola – Amalfi: l’intervento è relativo ad un collegamento sospeso a fune da realizzare fra la Costiera Amalfitana e l’altopiano agerolino, con l’obiettivo di garantire un collegamento tra i due Comuni che sia alternativo al servizio su gomma e soprattutto all’uso dell’auto privata. Inoltre, la realizzazione dell’intervento potrà consentire anche una rimodulazione dei servizi di Trasporto Pubblico Locale attualmente eserciti.

  • Funivia Angri – Tramonti – Maiori: l’intervento è relativo ad un collegamento sospeso a fune da realizzare tra i comuni di Angri e Maiori, con fermate intermedie a Corbara e Tramonti, con l’obiettivo di incrementare l’accessibilità alla Costiera Amalfitana riducendo il numero di vetture private e di autobus che ne impegnano la viabilità. In corrispondenza della stazione di Angri è anche prevista la realizzazione di un parcheggio d’interscambio facilmente raggiungibile dall’autostrada Napoli-Salerno, nonché dalla stazione ferroviaria sulla linea regionale-metropolitana Napoli-Salerno e dalla SS 268.

Interventi su rete stradale

  • Bretella stradale di Amalfi: l’intervento è relativo ad una variante, prevalentemente in galleria, all’esistente tracciato della SS 163 da realizzare fra i Comuni di Amalfi, Atrani e Ravello, con l’obiettivo di allontanare i flussi di traffico in attraversamento dai centri abitati di Amalfi ed Atrani deviandoli su una viabilità alternativa in grado di assicurare anche un livello di servizio più elevato. La realizzazione dell’intervento sarà anche accompagnata dalla riqualificazione urbanistica e dal recupero alla circolazione pedonale del tratto lato valle della principale arteria stradale della città di Amalfi.

  • Variante tra Maiori e Minori alla SS 163, con riqualifica urbanistica della sede dismessa: l’intervento è relativo ad una variante in galleria all’esistente tracciato della SS 163, da realizzare a cavallo del confine tra i Comuni di Minori e Maiori, in località Torricella, con l’obiettivo sia di superare tramite una galleria il promontorio in località Torricella – nel tratto in cui la SS163 presenta una sezione stradale ristretta, che in alcune occasioni rende difficoltoso il contemporaneo passaggio di due veicoli – e sia di restituire alla circolazione pedonale il tratto di strada variato, consentendo il collegamento pedonale fra i due Comuni, cogliendo anche l’occasione di una riqualificazione urbanistica dell’area.

  • Variante in galleria alla SS 163 all’interno del Comune di Positano, in località Chiesa Nuova: l’intervento è relativo ad una variante in galleria dell’esistente tracciato della SS 163, da realizzare in località Chiesa Nuova, con l’obiettivo di allontanare i flussi di traffico in attraversamento dal centro abitato di Positano, deviandoli su una viabilità alternativa in grado di assicurare anche un livello di servizio più elevato.

  • Variante in galleria alla SS 163 all’interno del Comune di Praiano, in località Vettica Maggiore: l’intervento è relativo ad una variante in galleria dell’esistente tracciato della SS 163, da realizzare in località Vettica Maggiore, con l’obiettivo di allontanare i flussi di traffico in attraversamento dal centro abitato di Praiano, deviandoli su una viabilità alternativa in grado di assicurare anche un livello di servizio più elevato.

  • Circumvallazione del centro storico del Comune di Scala: l’intervento è relativo ad una circumvallazione del centro storico, da attuarsi attraverso un nuovo collegamento stradale, e ad un parcheggio di interscambio interrato a servizio dello stesso, con l’obiettivo di pedonalizzare il centro storico, allontanandone sia i flussi veicolari che le auto in sosta, in modo da ottenere anche un miglioramento delle condizioni di vivibilità dei residenti ed un incremento dell’accessibilità, innalzando, al tempo stesso, il livello di servizio della viabilità che lo interessa.

  • Marciapiede a sbalzo esterno alla SS 163 tra Amalfi e Castiglione di Ravello: l’intervento è relativo ad un marciapiede a sbalzo da realizzare sulla SS 163 tra Amalfi e Castiglione di Ravello (all’incirca in corrispondenza del bivio per Ravello) con l’obiettivo di eliminare i rischi derivanti dalla circolazione promiscua fra pedoni e autovetture, attraverso la separazione fisica dei due flussi. Inoltre, la realizzazione dell’intervento consentirà anche di migliorare l’accessibilità dei poli attrattori che è possibile incontrare lungo il tragitto, quali, ad esempio, residenze, percorsi per l’accesso al mare, luoghi di culto, alberghi, ristoranti, etc.

  • Ex 366 “Agerolina”: l’intervento in oggetto consiste nel ripristino delle condizioni di sicurezza al transito della ex SS 366 “Agerolina”, da realizzare nel tratto fra i Comuni di Pimonte e di Agerola, interessato da diversi eventi franosi. Inoltre, con la realizzazione dell’intervento su quest’arteria, che costituisce l’unica porta di accesso alla Costiera Amalfitana per l’area stabiese, si otterrà anche una redistribuzione dei flussi e quindi, una mitigazione dei fenomeni di congestione stradale che interessano l’intera viabilità delle Costiere.

Parcheggi d’interscambio

  • Parcheggio di interscambio su SS 163 nel Comune di Cetara: l’intervento è relativo ad un parcheggio di interscambio da realizzare in roccia lungo la SS 163, munito di collegamenti pedonali meccanizzati per il collegamento con il centro cittadino e la relativa Marina, con l’obiettivo di intercettare i veicoli diretti verso i parcheggi cittadini, alleggerendo significativamente sia il traffico cittadino che quello di attraversamento sulla SS 163. Inoltre, con la realizzazione dell’intervento si potrà ottenere la pedonalizzazione del Centro storico, in modo da pervenire anche ad un miglioramento delle condizioni di vivibilità dei residenti e a un incremento dell’accessibilità.

  • Parcheggio di interscambio “Lacco” nel Comune di Ravello: l’intervento è relativo ad un parcheggio di interscambio nel Comune di Ravello, con l’obiettivo di allontanare dal Centro storico il traffico veicolare e consentirne così la pedonalizzazione.

Ztl territoriale sulla ss163

  • ZTL territoriale per il contingentamento del traffico sulla SS 163: l’intervento è relativo ad una ZTL territoriale, dotata di varchi d’accesso telematici, finalizzata al contingentamento “a monte” dei veicoli in ingresso alla Costiera Amalfitana, da realizzare con l’obiettivo di conseguire un miglioramento della qualità della circolazione attraverso la regolamentazione degli accessi, soprattutto di bus turistici e mezzi pesanti. Inoltre, con la realizzazione dell’intervento potrà essere ottenuto un generalizzato miglioramento delle condizioni di sicurezza delle arterie della Costiera, nonché la messa in rete di una serie di informazioni rivolte agli utenti tra le quali, ad esempio, il numero di posti auto disponibili per la sosta.

Commenti

Translate »