Quantcast

Tramonti, il comune beneficiario di un finanziamento da 1 milione di euro per la mitigazione del rischio idrogeologico

Tramonti (Costiera amalfitana). Quasi un milione di euro per la messa in sicurezza del territorio. È la somma che il comune di Tramonti, insieme ad altri 1912 enti locali beneficiari, haottenuto dal Ministero dell’Interno con decreto del 23 febbraio 2021.

Il finanziamento, da 998.000 euro, andrà impiegato per la “mitigazione del rischio idrogeologico dell’abitato della frazione Corsano con consolidamento e messa in sicurezza di Via Lauro e di Via Pendolo della frazione di Gete”.

In tal senso, è prevista la realizzazione di una serie di opere strutturali al fine di aumentare la resistenza meccanica del terreno di fondazione per quanto concerne Via Lauro, dove è stato constatato un dissesto statico delle opere di contenimento della sede stradale per un tratto di circa 170 mt.

Nel dettaglio, sarà risanato il muro di contenimento che allo stato attuale presenta gravi segni di dissesti ed il cui collasso potrebbe compromettere la sovrastante strada con i corpi edilizi esistenti. Saranno installate, inoltre, alcune barriere di sicurezza in acciaio a bordo strada e messe in campo opere di ingegneria naturalistica per la regimentazione delle acque meteoriche provenienti dal tombino stradale.

Per quanto concerne Via Pendolo saranno installate le barriere di sicurezza in acciaio a bordo strada, in quanto al momento il tratto di strada risulta sprovvisto del parapetto di protezione laterale.

Un importante risultato per il comune di Tramonti che grazie al finanziamento, approvato dal Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, potrà realizzare una serie di opere importantissime al fine di mitigare il rischio idrogeologico.

In un momento storico nel quale la Costiera Amalfitana sta facendo i conti con uno dei problemi più gravi che attanaglia il territorio, il Polmone Verde della Divina è pronto a mettere in campo una serie di importanti misure per garantire maggiore sicurezza ai suoi cittadini.

Comprensibilmente soddisfatto il vicesindaco con delega “governance del territorio” Vincenzo Savino: «Il nostro modus operandi è stato sempre quello della sinergia tra enti sovracomunali, è importantissimo confrontarsi sulle progettualità da mettere in campo per pianificare al meglio opere di mitigazione del rischio. Il dissesto idrogeologico in Costiera Amalfitana va monitorato quotidianamente, per poi attuare azioni concrete. Grazie a questo finanziamento nella borgata di Corsano riusciremo a consolidare e mettere in sicurezza attraverso la realizzazione di nuove opere strutturali al fine di aumentare la resistenza meccanica del terreno di fondazione. In località Pendolo invece andremo ad istallare barriere di sicurezza bordo strada e sistemazione del manto stradale attraverso la regimentazione delle acque».

«Quello del dissesto idrogeologico è un tema molto caro all’attuale Amministrazione Comunale – spiega il sindaco Domenico Amatruda -. Nelle ultime settimane, anche a causa degli eventi catastrofici che hanno colpito la Costiera Amalfitana, si è tornato a parlare molto di questa problematica. Il finanziamento arriva grazie ad un lavoro avviato molto tempo fa, anche quando non c’era da parte dei media l’attenzione riservata a questa tematica come è accaduto nelle ultime settimane. È frutto di svariati sopralluoghi e ha visto una grande dedizione da parte dell’Ufficio tecnico comunale, a cui va tutto il nostro grazie. Il dissesto è di certo uno degli aspetti che l’Amministrazione continuerà a tenere sotto stretto controllo percorrendo tutte le strade possibili per arginarlo, al fine di garantire la massima sicurezza ai cittadini».

Per vedere il progetto clicca qui.

 

Commenti

Translate »