Torre Annunziata, morì a 25 anni durante un’operazione nell’ospedale di Boscotrecase. Condannati tre chirurghi

Era l’8 marzo 2013 quando Tommasina perdeva la vita a soli 25 anni all’ospedale di Boscotrecase durante una colecistectomia. La ragazza di Torre Annunziata – come riporta “Il Corrierino” – venne operata tre volte, l’ultima dopo la morte nel tentativo di coprire gli errori che erano stati commessi dal primario. E mercoledì scorso è finalmente terminato il processo con una condanna, inflitta dal giudice Fernanda Iannone, al primario di Chirurgia Dott. Roberto Palomba per il quale è stata comminata la pena di 10 anni e 8 mesi per il reato di omicidio colposo e falso in atto pubblico, oltre ad un risarcimento di 100.000 euro per le parti civili. Condannati alla pena di 2 anni e 4 mesi gli altri due chirurgi, il dott. Alberto Vitale ed il dott. Antonio Verderosa.

La madre di Tommasina Elvira Avino, a seguito dell’emissione della sentenza, ha dichiarato: “Niente sarà mai più come quando Tommasina era con noi. Voglio ammettere un errore umano, può capitare. Ma falsificare la cartella clinica è una cosa che non perdonerò mai”.

Commenti

Translate »