Quantcast

Salerno, bimbo di 7 anni cade dal balcone. Vivo per miracolo. S’indaga

Più informazioni su

Salerno. Un bimbo di sette anni giù dalla finestra a Largo Campo, nel cuore della città. Per fortuna le sue condizioni non sono gravi. È ricoverato all’ospedale “Ruggi” il piccolo che ieri mattina è stato protagonista di un brutto incidente mentre si trovava da solo a casa. La mamma, una giovane di origine rumene da poco rientrata dall’Inghilterra, era scesa per andare a fare la spesa. Aveva lasciato a casa, un’abitazione al piano ammezzato di uno degli storici fabbricati di piazza Sedile del Campo nel centro storico di Salerno, uno dei due figli, il più piccolo, di sette anni. Il bimbo, particolarmente vivace, forse per raggiungere la madre o per paura di essere rimasto solo a casa o anche per gioco, è salito su una sedia ed ha scavalcato la finestra cadendo nel cortile interno del fabbricato.

L’altezza di tre o quattro metri e l’età del bimbo hanno evitato che potesse accadere il peggio. Per il piccolo, infatti, solo una ferita alla testa e tantissima paura. Appena rialzatosi, a causa della botta ricevuta, il bimbo era in un evidente stato confusionale e sulle prime non ha saputo nemmeno dire molto di sé, vista, tra l’altro, la non buona conoscenza della lingua italiana. Una donna che si è trovata sul posto ha soccorso il piccolo e lo ha accompagnato in una vicina salumeria per chiedere aiuto.

Nell’attesa il bimbo, ancora frastornato, ha bevuto un bicchiere di latte: sembrava spaesato. Sul posto sono arrivati gli agenti della polizia municipale e gli assistenti sociali del Comune. I caschi bianchi hanno fatto soccorrere il piccolo, facendolo trasportare al Pronto soccorso e cercando di rintracciare la madre, che sulle prime non era stata identificata. La donna, rientrata in casa, ha saputo dal vicinato quello che è accaduto e un negoziante le ha riferito che il figlio era stato trasportato in ospedale.

Di qui la corsa verso il “Ruggi”, salendo sul primo pullman che transitava dal centro in direzione della zona orientale. Ed è proprio su un mezzo di “BusItalia” che la madre del piccolo è stata rintracciata dagli agenti del comandante Rosario Battipaglia. I poliziotti municipali hanno accompagnato la mamma molto preoccupata in ospedale: al reparto di Chirurgia pediatrica, diretto dal primario Umberto Ferrentino , ha trovato i servizi sociali e la polizia municipale ed ha potuto riabbracciare il figlio.

La giovane rumena, dopo essere stata ascoltata dagli investigatori, rimarrà alcuni giorni accanto al figlio in ospedale, nel reparto di Pediatria, in attesa dei dovuti accertamenti medici e dell’evoluzione della ferita alla testa. Nel frattempo l’altro figlio, di otto anni, è stato affidato tramite i Servizi sociali ad una casa famiglia, in quanto non c’era nessun altro familiare che potesse prendersene cura. I caschi bianchi hanno ascoltato anche diverse persone a sommarie informazioni, tra le quali alcuni negozianti, per verificare il racconto della madre, ed ha già

informato dell’accaduto sia la procura per i minorenni di Salerno sia quella ordinaria. Sarà ora l’autorità giudiziaria a valutare l’eventuale sussistenza di reati da parte della madre che, al momento, non sembrano essere stati ravvisati da una prima analisi.

Per fortuna, la vicenda ha avuto un lieto fine, complice pure la bassa altezza della finestra dalla quale il piccolo è caduto e anche a causa dell’immediato intervento di una residente e l’aiuto prestato dal commerciante. A questo si è poi aggiunto l’intervento congiunto della polizia municipale e dei Servizi sociali, che hanno rassicurato il bimbo, frastornato e spaventato per quello che era accaduto e per la perdita di sangue, circondato da molti sconosciuti. È il dramma nel cuore della città, che per fortuna non ha avuto epiloghi tragici.

Più informazioni su

Commenti

Translate »