Rousseau, arriva per gli iscritti al M5S il quesito sul governo Draghi.

Fondamentali  le dichiarazioni del Wwf  al termine  del colloquio con Draghi circa la istituzione del  ministero della trasformazione ecologica.

Il voto sul governo previsto dalle ore 13.00  è slittato quindi a domani.Il Movimento 5Stelle ufficializza, tramite un post sul blog a firma del capo politico Vito Crimi, il rinvio della consultazione a parte degli iscritti sulla piattaforma Rousseau con il seguente quesito: «Sei d’accordo che il MoVimento sostenga un governo tecnico-politico: che preveda un super-Ministero della Transizione Ecologica e che difenda i principali risultati raggiunti dal MoVimento?»

Un quesito raggiunto dopo giorni di continui confronti all’interno del Movimento con il reggente Beppe Grillo  e l’ala più oltranzista capeggiata da alessandro Di Battista. Contatti continui per capire come superare l’impasse di ieri quando, dopo l’incontro dei 5 Stelle con il premier incaricato Mario Draghi ed il successivo slittamento del confronto su Rosseau. Circa il quale i militanti avrebbero dovuto approvare o affossare il sostegno pentastellato al nuovo esecutivo.

Nella mattinata di oggi ,dopo evidenti segnali di malessere da parte della base del Movimento, sono emersi quei segnali che Grillo si aspettava. Indiscrezioni non confermate parlano addirittura di una contatto tra il presidente designato e Beppe Grillo. Il confronto telefonico  sarebbe avvenuto poco dopo l’ora di pranzo in seguito alle voci circolate in mattinata. A supporto di Grillo e della immediata decisione di formulare il quesito su Rosseau sono state senz’altro le dichiarazioni del Wwf  al termine  del colloquio con Draghi nella giornata che il professore tra l’altro riceveva le associazioni ambientaliste. La notizia  secondo cui il premier incaricato avrebbe previsto un ministero della trasformazione ecologica, tanto invocato dal Movimento 5 stelle,  ha contribuito a rompere gli induci e varare il quesito su Rosseau. l’altro tassello tanto invocato dal leader dei Cinque Stelle. – 10 febbraio 2020-salvatorecaccaviello

Commenti

Translate »