Positano, Praiano e l’antica arte del tombolo. Poesia di Angela Mammato

Praiano-Positano (Costiera amalfitana). Quella del tombolo è un’arte molto antica che da qualche anno un gruppo di donne positanesi sta rilanciando. Arte antichissima nella realizzazione del merletto che una volta si tramandava da madre in figlia. A Positano questa tradizione è arrivata agli inizi del ‘900 grazie a suor Marta – delle suore della Carità – che alloggiava con le consorelle nel Convento alla Chiesa Nuova.

tombolo positano

Lo stile della scuola di tombolo positanese è quello abruzzese, terra di origine di suor Marta. Le monache insegnavano alle donne positanesi e alle ragazze quest’arte artigianale per creare applicazioni, centrini e paramenti sacri. D’estate nei periodi più caldi era facile vedere le positanesi sedute sui gradini di via Chiesa Nuova davanti al tamburo a lavorare il tombolo. Era sorprendente veder la velocità delle mani delle ragazze quando facevano volteggiare i “piombini” con grande maestria e sentirne il ticchettio dei fuselli… Dal passato tale maestria arriva fino ai giorni nostri. Ecco la bellissima poesia che Angela Mammato ha voluto dedicare all’arte del tombolo.

Il tombolo è un’arte
Molto antica !
Tramandata da donna a donna ,
Mani a mani
dai nostri grandi antenati !
Negli anni 60
Si faceva a Positano
Nella casa delle suore!
A praiano è
Arrivato all’inizio
degli anni 20,
con Antonietta Irace
Innamorata dei bei merletti
Intarsiava a mano
dipingendo
meravigliosi quadri in filato bianco !
Le donne di praiano
sono entusiaste
Ricamano felicemente
La loro bell’arte tramandata.
Gabriella Vanacore
e Carolina Rispoli
Sono le nuove
Insegnati!
Adesso sono un po’ ferme
a causa del Covid,
Sperano che presto
Tutto si calmi per continuare
I loro spettacolari lavori Fatti a mano!

Commenti

Translate »