NAPOLI COMPATTO ED OPERAIO CONQUISTA TRE PUNTI D’ORO

LA  SQUADRA VINCE PER GATTUSO

Insigne.jpg

ll Napoli operaio sconfigge una Juve apparsa stanca ed imprecisa. Gi azzurri  nonostante i tanti infortunati, riescono  a battere la Juventus per 1-0, grazie a un gol dal dischetto di Lorenzo Insigne.  Il capitano coraggioso non ha nessun timore ed esitazione a mettere il pallone sul dischetto e a segnare queta volta con determinazione un rigore imparabile.Dopo 3 rigori sbagliati su 3 tentativi, il capitano del Napoli si sblocca dal dischetto contro i bianconeri, regalando 3 punti preziosi ai partenopei e riscattandosi dopo l’errore in Supercoppa.

Parte meglio la Juventus nel primo quarto d’ora. La prima palla gol capita nel piede di Bernardeschi, servito molto bene da MorataRonaldo non si fa ingolosire, lasciando tirare il compagno meglio posizionato: l’esterno bianconero non centra però lo specchio della porta, calciando alto sulla traversa.

Al 29’, cambia la partita, con Doveri che viene chiamato al Var. Chiellini interviene in maniera scomposta in area, rifilando una manata in faccia a Rrahmani. Brutti e polemici i commenti dei colleghi e cronisti di Sky su un falllo netto di Chiellini.Dal dischetto va Insigne, che dopo 3 rigori su 3 sbagliati con la Juventus, questa volta non sbaglia spiazzando Szczesny e portando il Napoli in vantaggio. Sono 100 i gol del capitano con la maglia azzurra. La partita si accende, senza però grosse occasioni da una parte e dall’altra.

Secondo tempo che si apre con una conclusione di Cr7   oggi pomeriggio non all’altezza ella sua fama di goleador, sfiora la rete dal limite dell’area di rigore: palla vicina al palo. Al 49’, il portoghese ha un’occasione molto più ghiotta, sprecando però davanti a Meret il tap-in vincente, dopo un’azione rocambolesca da calcio d’angolo. Al 56’, schema dei bianconeri su calcio di punizione: Chiesa tira centralmente e l’estremo difensore azzurro può respingere. Al 68’, Alex Sandro tira dentro l’area di rigore del Napoli: pallone fuori, con Ronaldo che per poco non intercetta la sfera a pochi passi.

Ancora il 5 volte Pallone d’Oro, il più attivo della Juventus: dopo un contropiede calcia sul primo palo, Meret si fa trovare ancora pronto. Spingono i bianconeri e Chiesa va vicino al gol del pareggio a 6 minuti dal 90′: Danilo ruba palla sul fondo e serve l’ex Fiorentina, che da 20 metri angola troppo il tiro. All’86’, Meret si rende ancora protagonista su Morata. Lo spagnolo, servito bene da Chiesa(uno dei migliori in campo), si gira dentro l’area piccola ma il portiere italiano dice di “no”. Nonostante l’infortunio di Lozano e la partita chiusa praticamente in 10 uomini, Gattuso riesce a battere l’amico Pirlo.

Napoli-Juventus 1-0: Insigne rompe la maledizione dal dischettoFonte: Getty Images

Tags:

Commenti

Translate »