Quantcast

Incubo covid a Castellammare: un positivo ogni cinque

Castellammare di Stabia. Non solo un numero preoccupante, 80 positivi in un solo giorno, ma soprattutto un’incidenza rispetto ai tamponi eseguiti, 374, che supera il 20%: praticamente uno ogni cinque. Insomma la situazione della pandemia a Castellammare di Stabia sta sfuggendo al controllo, e a sottolineare la gravità della situazione è lo stesso sindaco stabiese, Gaetano Cimmino: «Il dato dei nuovi positivi riguarda i “primi positivi”, ovvero cittadini che presentano positività al virus per la prima volta, e che non vengono conteggiate le eventuali successive positività ai tamponi di controllo. Ricordiamo a tutta la cittadinanza che è fondamentale rispettare le misure restrittive, in vigore fino a domenica 28 febbraio, che si sono rese necessarie a causa dell’alto numero di contagi che registriamo ancora in città».

Anche l’opposizione, rispetto all’emergenza, si dice disposta a fare la propria parte: «Castellammare sta diventando un punto critico del contagio – afferma Andrea Di Martino, capogruppo consiliare di Italia viva – Il sindaco ha emanato delle ordinanze restrittive che ha però difficoltà a fare rispettare. Il vicesindaco domenica aveva annunciato la richiesta dell’esercito, ma sono 4 giorni oramai che non accade nulla. I contagi aumentano, così come i morti (che sono stranamente fermi a 60 da tempo, e solo io ho notizia di altri 5 decessi avvenuti nel frattempo). L’attesa non migliora la situazione. L’amministrazione dimostri di esistere. Ci vuole l’esercito? Bene, siamo pronti a chiederlo unitariamente. Quello che non siamo disponibili a fare è attendere con inerzia che la situazione peggiori. Si assumano provvedimenti immediati e rigorosi e si facciano rispettare in tutti i quartieri della città».

Il bollettino delle vittime fa registrare un altro decesso a Torre del Greco, l’anziano 82enne C.S.: si tratta del 106esimo morto nella città del corallo. A Sant’Antonio Abate, invece, il bilancio sale a 14 vittime, dopo il decesso di Antonio C. Anche nell’agro, a Sarno, un’altra vittima: si tratta del 59enne Antonio Monteleone. Intanto resta stabile in Campania la curva dei contagi Covid (rapporto casi/tamponi fermo al 10% registrato mercoledì) nel giorno in cui a Napoli città arriva lo stop alla somministrazione dei vaccini agli over 80.

Commenti

Translate »