Quantcast

Il Premio Penisola Sorrentina 2021 insedia un digital team

Più informazioni su

Sorrento. La pandemia purtroppo è  ancora in corso e continua a rivoluzionare molteplici settori. Un rinnovato bisogno di tecnologia ed innovazione sta coinvolgendo molteplici ambiti, e gli stessi enti ed istituzioni culturali stanno avviando un progressivo percorso di trasformazione digitale, come leva per la promozione e valorizzazione del proprio patrimonio culturale e territoriale.

Il Premio “Penisola Sorrentina”, brand di eccellenza nel settore dei beni artistici e culturali, per il 2021 punterà alla fruizione della cultura soprattutto attraverso la digitalizzazione.

Ciò permetterà di creare un modello più inclusivo, accessibile a tutti e capace di rafforzare il senso di appartenenza alla nostra comunità, nella speranza di poter comunque raggiungere come lo scorso anno una formula ibrida tra presenza e remoto”, dichiara il patron Mario Esposito.

Tale accessibilità è legata all’impiego diffuso delle nuove tecnologie della comunicazione e dell’informazione, in grado di ridurre le distanze sia fisiche che sociali. Proprio in questo contesto si colloca l’insediamento di un digital team dell’edizione 2021 del Premio, che sarà composto da esperti di comunicazione, artisti, grafici e ingegneri digitali.

I riconoscimenti del Premio 2021 saranno dedicati al mondo dell’audiovisivo e dello spettacolo dal vivo, ma la kermesse produrrà comunque mostre, eventi, pubblicazioni, convegni e tanto altro.

La nascita di un “digital team” ha l’obiettivo di promuovere l’utilizzo delle nuove tecnologie di fabbricazione digitale come strumenti di inclusione e supporto alla cultura e all’educazione del territorio campano e non solo.

All’interno del progetto di digitalizzazione si svolgerà anche un collegamento con gli Stati Uniti,  grazie alla sinergia con l’ETS Exordium, diretto dall’artista sannita Giuseppe Leone.

Partecipare a questo progetto di riforma e di innovazione rappresenta per la 26a edizione del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito” un arricchimento di metodo e una possibilità concreta per favorire creatività ed innovazione “diffusa”, mettendo a disposizione dei cittadini,  strumenti tecnologici, competenze tecniche e iperspazi dedicati alla bellezza.

Più informazioni su

Commenti

Translate »