Il Geologo, questa figura sconosciuta

A parlare della frana che ha colpito questa mattina Amalfi è il geologo positanese Concetta Buonocore.

Amalfi in mattinata una grande frana si è staccata nei pressi del Rione Vagliendola invadendo la strada Statale 163 sottostante, portando via il muro esterno e invadendo tutta la zona sottostante di fronte al Ristorante “La Marinella”. L’accesso alla galleria in direzione Salerno è completamente ostruito da detriti.  Per fortuna la chiesa di San Biagio era chiusa causa Covid, altrimenti, oggi come è tradizione ad Amalfi, i fedeli si sarebbero recati per prendere l’olio sacro per proteggere la gola. E’ stato un vero miracolo quello che ha protetto le persone che frequentano abitualmente questi posti e ha fatto si che nessuno si facesse male! Dopo questa doverosa premessa però è essenziale mettere il dito nella piaga della fragilità del territorio della Costiera Amalfitana.

Ogni anno nel periodo invernale ci troviamo ad affrontare situazioni di dissesto idrogeologico come esondazioni e frane in tutta la Costiera Amalfitana con danni economici enormi e tragedie ogni volta sfiorate! Quando si percorre la Strada Statale 163 “Amalfitana” ci si deve raccomandare alla Madonna!

L’ennesima frana dopo le insistenti piogge dei giorni scorsi che solo per puro caso non ha causato vittime!

Il dissesto idrogeologico del nostro territorio è sempre più forte, ora anche associato ai cambiamenti climatici,  rende la figura del geologo sempre più importante  nella pianificazione degli insediamenti umani e delle loro attività. Tutto il discorso della prevenzione del rischio di frana e di alluvione  in Costiera non viene fatto!

La Costiera Amalfitana necessita  del monitoraggio costante  ad opera di un team di esperti del territorio, quali il geologo, l’agronomo, l’ingegnere naturalistico,  in modo da avere un quadro dettagliato di tutte le situazioni che possono generare rischio per la pubblica e privata incolumità e intervenire prima che succedano disastri.

Commenti

Translate »