Il Commissario Ricciardi, le anticipazioni della quarta puntata

Più informazioni su

Anche nella quarta puntata, per il protagonista de Il Commissario Ricciardi le indagini con cui sarà alle prese avranno degli effetti sulla sua vita privata. E, questa volta, ci finirà di mezzo anche quell’amore che Ricciardi pensava non avrebbe mai potuto avere.

Tra poco, alle 21:25 su Raiuno, potremo quindi seguire una nuova avventura del personaggio nato dalla penna di Maurizio de Giovanni ed interpretato per il piccolo schermo da Lino Guanciale. E, come nelle puntate passate, passano le stagioni e con esse anche la Napoli degli anni Trenta in cui è ambientata la fiction.

Nella puntata, “Il giorno dei morti”, dopo il freddo inverno e la calda estate, arriva l’autunno. Una stagione piovosa, che avvolge Napoli in una coltre di nebbia e nuvole. Con l’autunno arriva anche la settimana dei Morti, che porta con sé un nuovo omicidio.

Questa volta, la vittima è un bambino, Matteo, conosciuto da tutti come Tettè e che viveva di numerosi espedienti in giro per la città. Ad una prima impressione, sembra che il piccolo sia morto di stenti, ma Ricciardi, approfittando anche del suo dono di sentire l’ultimo pensiero delle persone uccise, capisce che Matteo è stato avvelenato.

Un’indagine che coinvolgerà quindi anche il Dr. Modo (Enrico Ianniello), così come Maione (Antonio Milo), sempre in giro per la città a raccogliere indizi. Ma per Ricciardi le cose si fanno pericolose, tanto da rischiare la vita: per questo, Enrica (Maria Vera Ratti), sempre più vicina a lui, decide di fare un voto.

Più informazioni su

Commenti

Translate »