Guardia di finanza: sanzioni in Penisola nel weekend

Napoli-Penisola sorrentina. Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha rafforzato anche durante l’ultimo fine settimana, contraddistinto dalle concomitanti festività di San Valentino e Carnevale, il dispositivo dei controlli del territorio volti a monitorare il rispetto delle misure anti-Covid. Oltre 2mila persone e 297 attività commerciali controllate: 51 le multe contestate per il non rispetto delle disposizioni anti Covid. Blitz della Guardia di Finanza, nello scorso fine settimane, nelle aree centrali di Napoli, da via Partenope a piazza Plebiscito, da via Chiaia, via Toledo, Calata Trinità Maggiore, a Piazza del Gesù, Decumani e al Vomero, come in provincia.

Tante le irregolarità: da persone in strada dopo il coprifuoco a chi era senza mascherina. Nel quartiere Secondigliano, nel corso di un controllo in un internet point, il 2° Nucleo Operativo Metropolitano ha sequestrato una videoslot non collegato alla rete telematica sanzionando il titolare per la mancata affissione della tabella dei giochi oltre che per violazioni anti Covid.

Inoltre, tra Sorrento, Saviano, Palma Campania, San Vitaliano e Sant’Antimo sono stati sanzionati 14 esercizi commerciali perché non esponevano all’ingresso dei locali indicazioni riportanti il numero massimo di persone ammesse ad accedere contemporaneamente. A Capri sanzionati il titolare di una palestra più 2 persone, disposta la chiusura provvisoria. A Pozzuoli e Casavatore sanzionati 3 bar perché alcuni avventori non indossavano la mascherina o consumavano all’interno oltre l’orario consentito. (ANSA)

Commenti

Translate »