Formula 1 calendario 2021, in dubbio il Gp del Portogallo e ipotesi doppio Bahrain.

La pandemia da Covid -19 continua a condizionare lo svolgimento del mondiale, quest’anno con ben 23 Gp. Dopo lo slittamento  del Gp d’Australia a fine stagione, al momento incerti i Gp di Cina e Portogallo.Come in altri sport anche in Formula 1 si spera nella campagna di vaccinazione che nello specifico, con l’attuale andamento potrebbe avere i suoi effetti solo nella seconda metà della stagione.

Anche per la stagione 2021, la Formula 1, sembra essere condizionata dalla pandemia da Covid -19. Dopo lo slittamento della gara inaugurale in Australia a fine anno e le sorti assolutamente incerte sul GP di Cina in questi giorni è in discussione il GP del Portogallo la cui presenza in calendario è avversata dalle limitazioni nel paese, che sta soffrendo particolarmente la nuova ondata della pandemia. L’inserimento in calendario del Gran Premio del Portogallo, per il 2 maggio, dopo il GP a Imola, sembrava essere un dettaglio prossimo a essere definito, ma le ultime notizie mettono in dubbio la partecipazione al mondiale a causa di una situazione diventata sempre più complessa per le limitazioni imposte a contrasto della nuova ondata di coronavirus, che vede il paese  pesantemente colpito a differenza della prima ondata della pandemia. Ulteriore conferma di un calendario, quello del 2021, ancora pieno di incertezze, con eventuali successive correzioni se dovessero arrivare impedimenti allo svolgimento di altri GP. Al momento la situazione del calendario 2021, suscettibile di ulteriori cambiamenti è la seguente:

28 marzo Bahrain Sakhir
18 aprile Emilia Romagna Imola
2 maggio Da confermare Da confermare
9 maggio Spagna Barcellona
23 maggio Monaco Monaco
6 giugno Azerbaijan Baku
13 giugno Canada Montreal
27 giugno Francia Le Castellet
4 luglio Austria Spielberg
18 luglio Gran Bretagna Silverstone
1 agosto Ungheria Budapest
29 agosto Belgio Spa-Francorchamps
5 settembre Olanda Zandvoort
12 settembre Italia Monza
26 settembre Russia Sochi
3 ottobre Singapore Singapore
10 ottobre Giappone Suzuka
24 ottobre USA Austin
31 ottobre Messico Città del Messico
7 novembre Brasile San Paolo
21 novembre Australia Melbourne
5 dicembre Arabia Saudita Jeddah
12 dicembre Abu Dhabi Yas Marina

La F1 conferma tuttavia una stagione su 23 GP, con un approccio flessibile se la pandemia dovesse obbligare a rivedere i programmi. In futuro, non si esclude una possibile riduzione del numero di GP e l’introduzione della rotazione per alcuni appuntamenti.

Quindi una stagione da affrontare step by step  iniziando il 28 marzo sulla pista di Sakhir per il Gp di Bahrain.  Evento che causerebbe  il riposizionamento del Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna  sette giorni più tardi rispetto alla data attualmente fissata del 18 aprile. Una situazione che anche per quest’anno escluderebbe di gareggiare sui circuiti cittadini, sebbene a Montecarlo abbiano garantito di organizzare lo storico appuntamento di maggio, difficile tuttavia , secondo gli addetti ai lavori, immaginare che il governo inglese permetta di  correre un Gran Premio con l’attuale situazione sull’infezione. Come in altri sport anche in Formula 1 si spera nella campagna di vaccinazione che nello specifico, con l’attuale andamento potrebbe avere i suoi effetti solo nella seconda metà della stagione. – 07 febbraio 2021 – salvatorecaccaviello

Commenti

Translate »