Covid a Castellammare, Savio Marziani: “Le persone devono chiudersi in casa”

Castellammare di Stabia. I pazienti sono aumentati, i medici e gli infermieri mancano e fuori al pronto soccorso di Castellammare restano le ambulanze in fila. “Servono 3 settimane di lockdown”. Un concetto ribadito ancora una volta. Savio Marziani, direttore sanitario del Covid Hospital Boscotrecase, è convinto che anche con il ritorno della Campania in zona arancione la situazione non possa migliorare. “Sarà anche impopolare, ma le persone dovrebbero chiudersi in casa per 21 giorni, uscendo davvero solo per urgenze improrogabili. A patto che si aumentino le vaccinazioni, che unitamente agli anticorpi monoclonali, possono portare all’uscita dall’emergenza. I problemi non sono i ristoranti e i bar, ma le attese e la gente che si affolla per le strade”.

L’obiettivo del momento è eliminare le ambulanze in fila davanti al Pronto soccorso del San Leonardo: “Da venerdì il nostro presidio avrà il compito di coordinare i trasferimenti dai vari pronto soccorso della zona come Castellammare e Nola. L’obiettivo della direzione strategica, composta dai direttori Gennaro Sosto e Gaetano D’Onofrio, è quello di evitare le lunghe file di ambulanze che abbiamo visto negli ultimi giorni. Il tutto sarà affidato alla dottoressa Raffaella Scafata, che ha già coordinato in questi mesi la gestione interna”.

È passato appena un anno dal caso 0 di Codogno e Marziani ne traccia un bilancio. “C’è più consapevolezza a livello scientifico, ma le persone sembrano non capire. A causa anche della stanchezza, visto che è un anno che è scoppiata la pandemia. Ieri per le strade delle grandi città c’erano troppe persone e tra quindici giorni ne pagheremo le conseguenze”. Nel frattempo al Covid Hospital Boscotrecase la situazione è un po’ cambiata. Negli ultimi 15 giorni c’è stato un aumento dei ricoveri. Dei 22 posti nuovi di sub intensiva ne sono stati attivati soltanto 6 per mancanza di medici e infermieri. Mentre per lo stesso motivo ne sono stati aperti sono 12 su 22 di medicina Covid 2. Inoltre l’ospedale è stato anche inserito nel circuito dial Covid della Regione Campania. “Ma la gente deve restare a casa” è l’appello di Marziani.

Commenti

Translate »