Quantcast

Castellammare: arrivano 4 milioni per il recupero della spiaggia

Castellammare di Stabia. Metri di litorale erosi dal mare, le fondamenta dei fabbricati a ridosso della costa messe a dura prova dalla forza d’urto delle onde. Un fenomeno che, secondo gli esperti, con il passare del tempo rischierebbe di far sparire la spiaggia di via De Gasperi a Castellammare di Stabia. Un problema affrontato per la prima volta 2005, quando a seguito di alcune mareggiate si verificarono gravi danni ai fabbricati che sono a ridosso della costa.

Oggi, a distanza di 16 anni dal primo tavolo tecnico che servì a gettare le basi per un progetto di protezione del litorale stabiese, il Comune è riuscito a ottenere un finanziamento di 3,9 milioni di euro dal Ministero dell’Interno per realizzare «pennelli intermedi, per ridurre l’energia cinetica delle onde». In sostanza si tratterà di sistemare scogliere a mare che serviranno a proteggere il litorale dal fenomeno dell’erosione e allo stesso tempo garantire la sicurezza dei fabbricati che sono su quel tratto di costa.

L’intervento, finanziato dal Ministero, rientra tra quelli «ammissibili di tipo preventivo nelle aree che presentano elevato rischio di frana o idraulico», si legge nel documento. Lavori necessari per eliminare il rischio idrogeologico, ma che allo stesso tempo potrebbero anche aprire prospettive per il futuro. Le nuove scogliere garantiranno la sicurezza per oltre un chilometro di costa sul versante nord della città e in pochi anni dovrebbero consentire di recuperare metri di spiaggia.

Commenti

Translate »