Auguri alla coppia più longeva del Cilento per le nozze di platino!

Più informazioni su

Auguri alla coppia più longeva del Cilento per le nozze di platino! Anche la redazione di Positanonews si vuole unire virtualmente alla gioia del momento: infatti, la coppia più longeva del Cilento festeggia le sue nozze di platino! Si tratta di Guerino Percopo e Sofia Scarcello, sono loro due nonnini di San Nicola di Centola ad aver raggiunto il grandissimo traguardo dei 75 anni di matrimonio.

I due, 95 anni lui e 96 anni lei, sono probabilmente la coppia più longeva d’Italia e non possono che essere originari del terra dei centenari.

Come scrive la Repubblica, il telefono squilla in continuazione, alle 16 arriva don Antonio per una benedizione e – con tutte le precauzioni – si manifesta l’affetto della famiglia estesa, un “esercito” di figli (cinque), nipoti (sedici) e pronipoti (ventisei). Quando pronunciarono il fatidico “sì” era il 16 febbraio del 1946, altra epoca: oggi Guerino Percopo ha 95 anni, uno in meno di Sofia Scarcello. I ricordi restano vividi. “Il pranzo nuziale – racconta lui, mentre lei sorride – fu un coniglietto e i cavatielli fatti da mia moglie, che cucinò per tutti”.  Casalinga lei, con una passione per le canzoni dialettali cilentane (e all’occorrenza portava pecore e capre al pascolo); minatore lui (partecipò ai lavori per la realizzazione della galleria del doppio binario ferroviario di San Mauro La Bruca, lavorò anche in Sardegna), con l’hobby della fisarmonica.

“E ancora oggi, quando può, coltiva il terreno”, dice Sergio, uno dei figli. Che aggiunge con malcelato orgoglio: “Ho fatto delle ricerche, credo che i miei genitori siano la coppia più longeva d’Italia. Dieta tutt’altro che ferrea (“Mangiamo di tutto un po’”) e nessuno viaggio per i due coniugi che posano dolcissimi per un bacio, mentre intorno tutti indossano le mascherine, e tengono alto il vessillo del Cilento dei centenari, un fenomeno studiato da accademici e ricercatori. Al progetto C.I.A.O. (Cilento Initiative on Aging Outcomes) si sono per esempio dedicate le Università di San Diego, in California, La Sapienza di Roma, Lund di Malmoe, il Waltraut Bergmann Stiftung di Berlin, il Great Italy (Global Research on Acute Conditions team) e, naturalmente, il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. I risultati? “Complice la dieta mediterranea, gli ultranovantenni sono biologicamente molto più giovani che altrove: scompensi cardiaci e tumori sono rari, demenza senile e Alzheimer quasi sconosciuti. E nessuno dei soggetti esaminati ha mai avuto depressione o ansia”. E poi c’è l’amore, naturalmente, che tra tutti è forse il più efficace elisir di lunga vita per Guerino e Sofia, marito e moglie da 75 anni.

Più informazioni su

Commenti

Translate »