Angri: donna con il Covid vive nella sua auto. Trovato un alloggio per Maria

Angri: donna con il Covid vive nella sua auto.

La denuncia del consigliere comunale di Angri, Alberto Milo, in merito alla vicenda che ha coinvolto la signora Maria che ha trascorso diversi giorni in auto anche in seguito all’accertata positività al Covid, si è rivelata efficace per smuovere le acque e trovare una soluzione adeguata. Nella giornata di ieri, infatti, gli uffici dei servizi sociali di via Colombo si sono attivati per trovare una giusta e decorosa sistemazione alla donna che da ieri ha trovato sistemazione presso una abitazione che gli consentirà di vivere in maniera dignitosa e di poter affrontare senza ulteriori difficoltà le cure necessarie. «C’è un lieto fine per la vicenda che ha interessato una nostra concittadina», spiega il consigliere comunale di Angri. «Con l’impegno dei servizi sociali siamo riusciti a trovare una collocazione ed evitare di continuare a scrivere una pagina vergognosa per la nostra comunità».

La signora Maria per varie vicissitudini è stata costretta a dormire in auto finendo nel dimenticatoio delle istituzioni. «Le sue condizioni di salute sono sotto controllo ma respira con difficoltà. Ha chiesto un disperato aiuto al suo primo cittadino Cosimo Ferraioli con la speranza che le potesse trovare un tetto dove fare la quarantena e curarsi ma in cambio ha ricevuto una bella dose di indifferenza», tuona il consigliere Milo.

La donna risulta tra gli aventi diritto degli alloggi popolari che dovrebbero essere consegnati entro i prossimi trenta giorni dopo una attesa lunga ben sei anni. La speranza di avere una casa, un tetto, dove vivere accomuna decine di cittadini che da anni aspettano di vedersi assegnare le case. «Mi sono subito attivata per risolvere la situazione cercando una soluzione alternativa », spiega l’assessore alle politiche sociali Maria D’Aniello.

«C’è stata l’ottima collaborazione con l’Asl del territorio e le strutture che ospitano casi del genere». La struttura che da ieri ospita la signora Maria si è resa disponibile allorquando è stata liberata da una famiglia risultata positiva al Covid e in attesa di aver la certificazione da parte dell’Asl di Salerno per l’avvenuta negatività dell’intero nucleo familiare. «Mai nessuna persona in stato di difficoltà viene lasciata da sola o isolata soprattutto in questo delicato momento di emergenza sanitaria e sociale. I servizi sociali sono attivi e solerti alle problematiche della comunità e sono un punto di riferimento di questa amministrazione », conclude l’assessore D’Aniello che così come i tanti angresi che si sono interessati alle sorti della donna affetta dal coronavirus e costretta a vivere in macchina, adesso spera nella pronta guarigione della signora Maria.

Fonte: La Città di Salerno

Commenti

Translate »