Tentata truffa ad anziani di Cetara: si spacciano per la Protezione Civile

Più informazioni su

Tentata truffa ad anziani di Cetara: si spacciano per la Protezione Civile. È dall’inizio della settimana che alcuni cittadini di Cetara, il piccolo borgo della Costiera Amalfitana, stanno chiamando i volontari della Protezione Civile in merito a delle telefonate che questi stanno ricevendo in merito all’emergenza sanitaria. Dall’altro capo del telefono, secondo quanto viene riferito da tutti, si sente la voce di un uomo, «come se fosse ubriaco», che avvertiva i malcapitati di recarsi presso la sede della Protezione Civile di Cetara per «la prima dose di vaccino o per effettuare il tampone».

La telefonata, inoltre, avveniva sul cellulare privato della ‘vittima’ designata con un numero sconosciuto e durava giusto il tempo di ottenere le informazioni necessarie.

Proprio il capo della squadra di volontari della Protezione Civile, Franco Crescenzo, ha sottolineato come questo sia impossibile per due motivazioni: Innanzitutto non siamo medici e solo il personale qualificato può somministrare la dose in questione. Inoltre, qui a Cetara non abbiamo ancora avuto disposizioni in merito. Noi certamente possiamo essere di aiuto ai nostri cittadini, fare da ponte quando arriverà il nostro turno e spiegare quello che sta avvenendo, ma niente di più».

Intanto, anche il sindaco Roberto Della Monica è intervenuto sulla questione sostenendo che nel momento in cui ci saranno novità riguardanti l’emergenza sanitaria i suoi concittadini saranno avvisati per tempo.

Più informazioni su

Commenti

Translate »