Sorrento. Mentre Donadio va nella “polveriera” di Torre Annunziata escono i nomi di Maresca ex di Piano e Cannavale ex di Praiano

Sorrento ( Napoli ) . Mentre Donadio va nella “polveriera” di Torre Annunziata escono i nomi di Maresca ex di Piano e Cannavale ex di Praiano Due mesi part-time con il professionista chiamato a sostituire il capo dell’ufficio tecnico finito in cella. E’ l’accordo trovato dall’amministrazione comunale di Torre Annunziata con Alfonso Donadio. L’ingegnere, in servizio al comune di Sorrento, ha raggiunto l’intesa con il sindaco Ascione per un incarico part-time in attesa che venga completato l’iter burocratico per il nuovo bando , atto confermato dal sindaco del comune di Sorrento  Massimo Coppola, con una convenzione per 12 ore a settimana nel mese di gennaio e 18 ore per quello di febbraio.

Donadio, residente a Pompei, ma originario proprio di Torre Annunziata  ha ricoperto già in passato alcuni ruoli all’interno della macchina amministrativa oplontina. Dopo aver lavorato presso gli uffici tecnici comunali di Santa Maria La Carità, Sant’Antonio Abate, Scafati e Pompei, è stato membro della Commissione edilizia comunale e membro della Commissione per l’esame delle pratiche di ricostruzione dei fabbricati colpiti dal terremoto del 1980 a Torre Annunziata e dopo l’esperienza maturata in Penisola sorrentina si è deciso di dargli questo incarico delicato.

Ma chi lo sostituirà a Sorrento? Agorà della Penisola sorrentina , sul quale potete leggere l’articolo in edicola, parla di Graziano Maresca e Francesco Cannavale, il primo in forza a Pompei e Sant’Antonio Abate paese limitrofo all’area stabiese e dei Monti Lattari, ex dirigente del Comune di Piano di Sorrento, e di Francesco Cannavale attuale dirigente al posto proprio di Maresca nell’U.T.C. carottese dopo essere stato proprio a Sorrento e fino a poco fa a Praiano in Costiera amalfitana , saranno loro o Elia Puglia e Daniele De Stefano a sostituirlo?

Intanto sembra che dal municipio carottese ci sia più di una figura di rilievo che potrebbe passare da Piazza Cota a Piazza Sant’Antonino, ma al momento non vogliamo fare anticipazioni, in ogni caso gli scambi fra comuni limitrofi, anche Positano e Praiano, quest’ultimo ha condiviso Alessandro Russo con Massa Lubrense, sono abbastanza intensi , vista anche la vicinanza.

Commenti

Translate »