Sorrento, la balena morta ancora ferma nel porto: rischia di esplodere

Più informazioni su

Sorrento, la balena morta ancora ferma nel porto: rischia di esplodere. A Sorrento si stanno definendo gli ultimi dettagli per le complesse operazioni di rimozione e trasporto della Balenottera. Il grande mammifero marino sarà trasferito o a Caivano o nel porto di Castellammare di Stabia. Successivamente, Sandro Mazzariol, patologo veterinario presso l’Università degli studi di Padova e responsabile dell’unità d’intervento del Cetaceans’ stranding Emergency Response Team(Cert), che si occupa in tutta Italia e anche all’estero del recupero di cetacei di grosse dimensioni, tra oggi e domani effettuerà l’esame autoptico.

Sorrento, la balena morta ancora ferma nel porto: rischia di esplodere

Le indagini sul corpo della balena hanno un’importanza fondamentale, non solo per stabilire le cause della morte, ma anche da un punto di vista scientifico e di ricerca. Infatti, più conosciamo questi meravigliosi abitanti dei mari, più potremo adottare misure idonee per la loro salvaguardia.

Intanto, però, la balena morta negli scorsi giorni giace ancora nelle acque del porto di Sorrento. Le sue dimensioni sono notevolmente aumentate e rischia di esplodere.

L’esplosione della carcassa di un cetaceo, infatti, è un fenomeno che può avvenire spontaneamente a causa dei gas esplosivi prodotti dalla decomposizione ed accumulati nell’animale morto o essere provocato artificialmente con dell’esplosivo per distruggere la carcassa stessa.

Più informazioni su

Commenti

Translate »