Quantcast

Sorrento, il cordoglio del giornalista Antonino Siniscalchi per la scomparsa del maestro artigiano Antonino Corcione

Sorrento. Il giornalista Antonino Siniscalchi, con un post sulla sua pagina Facebook, esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Antonino Corcione, Maestro dell’arte di modellare sandali: «Quel banchetto nel suo negozio sul corso Italia era diventato una appendice naturale della sua arte di modellare sandali. Un Maestro, un’arte ereditata dal Padre Giovanni e che prosegue con il Figlio Giovanni, un’azienda datata 1925. Il nuovo anno si apre con tanta tristezza per la repentina scomparsa di Antonino Corcione, una vita dedicata al suo lavoro e alla famiglia, la moglie Mariella e i figli Giovanni e Luigi, con le nuore Sonia e Emiliana. Carattere gioviale, allegro e ironico dietro un apparente distacco dal suo interlocutore. Un Maestro. Apprezzato da affezionati clienti italiani e stranieri. Ricordi di una vita, simpatici duetti con Sandro Ciotti, il famoso giornalista che nei suoi soggiorni sorrentini si intratteneva nella sua bottega e che lo citò in una intervista, sottolineando che Antonino Corcione gli aveva allungato la propria figura alzando il tacco dei suoi stivaletti.

Antonino Corcione, 76 anni, è morto stamattina nella sua casa a Piano di Sorrento, dove abitava da quando aveva sposato Mariella, ma non ha mai rinnegato l’orgoglio della sua sorrentinità. I funerali si terranno domani mattina, alle ore 10 nella Cattedrale di Sorrento. Un abbraccio sincero alla Famiglia sostenuto dal sincero legame con i “Siniscalchi”, come era solito appellarci, con i suoi coloriti commenti. L’ultimo “duetto” lo abbiamo messo in scena mercoledì mattina, davanti la Frutteria D’Auria, in via del Mare».

Commenti

Translate »