Quantcast

Solo sei anni fa ci ha lasciati Pino Daniele, uno dei più grandi cantautori di sempre

Più informazioni su

Napoli. Pino Daniele è considerato da tutti uno dei migliori cantautori di sempre del panorama italiano e non solo. La sua voce ha fatto cantare e ballare milioni di persone e tutt’ora è presente nella vita di tantissimi italiani e non. Ed è proprio sei anni fa, tra la notte del quattro e cinque gennaio, non ce l’ha fatta morendo d’infarto nonostante i numerosi tentativi di rianimazione all’Ospedale Sant’Eugenio di Roma. Proprio la sua compagna aveva cercato in tutti i modi di salvarlo trasportandolo con la proprio auto, dopo che si era sentito male nella propria casa di Orbetello, in provincia di Grosseto. Per quanto riguarda le cause del suo decesso si parlò anche di ‘gravi negligenze’.

Dopo la sua scomparsa Napoli ha pianto per tanti giorni organizzando anche flashmob ed eventi con concerti. Napoli non si è mai ripresa dalla ferita e piange ancora oggi.

Anche Luisa Regimenti, presidente nazionale dell’Associazione Medicina Legale Contemporanea e consulente della vedova del musicista, Fabiola Sciabbarrasi, aveva svelato in passato cos’è successo quella notte: “Daniele non è morto a causa del destino ma di gravi negligenze”. Poi ha aggiunto: “Ho la sensazione che nessuno abbia voluto e voglia andare a fondo sulla morte di Pino Daniele. Su un omicidio colposo non si può dire la parola fine senza essere consapevoli che ci sono state gravi negligenze che hanno causato la morte di Pino”. Dopo diverso tempo anche il settimanale ‘Giallo‘ aveva rivelato, ina base ala perizia medico-legale disposta dal Tribunale di Roma, la causa fu provocata dallo ‘shock cardiogeno in soggetto affetto da cardiomiopatia dilatativa post-ischemica, coronaropatico e sottoposto a intervento di by-pass aortocoronarico, iperteso’.

Più informazioni su

Commenti

Translate »