Salerno, tragedia sul lavoro: schiacciato dalla pedana, operaio perde la vita

Più informazioni su

Salerno, tragedia sul lavoro: schiacciato dalla pedana, operaio perde la vita. Tragedia a Campolongo, perde la vita un operaio 43enne. L’uomo di nazionalità marocchina si chiamava Abdel Ghani El Honaddà , era impiegato presso una nota azienda agricola di Campolongo. Erano da poco trascorse le 19 di ieri quando un operaio di nazionalità marocchina, regolarmente assunto presso la ditta Alma Seges di Campolongo, è stato schiacciato da una pedana. Il 43enne era nell’azienda che si occupa di confezionamento e spedizioni, soprattutto di prodotti della quarta gamma, stava sollevando con il carrello una pedana di prodotti ortofrutticoli. All’improvviso il peso ha provocato il rovesciamento della pedana che è finita addosso all’operaio. Purtroppo per Abdel Ghani, da anni residente a Eboli, non c’è stato nulla da fare. Il peso enorme del carico lo ha schiacciato, comprimendogli gli organi interni.

Sul posto sono giunti i carabinieri del nucleo radiomobile guidato dal capitano Emanuele Tanzilli e dal tenente Massimo Di Franco e i militari della stazione di Santa Cecilia. Saranno questi ultimi a procedere nelle indagini. Ma non vi sono dubbi, al momento, che si sia trattato di uno sfortunato incidente. L’operaio marocchino era da tempo in Italia e lavorava con regolare contratto per l’azienda. A provocare l’incidente mortale è stata forse la fretta, visto l’orario, che lo ha indotto a calcolare male la manovra. O forse il carico eccessivo della pedana che si è sbilanciata una volta sollevata dal carrello. In ogni caso l’uomo, pur essendo arrivati prontamente i soccorsi, non ha avuto scampo. I carabinieri hanno effettuato un lungo sopralluogo nell’azienda, ascoltando i testimoni oculari della tragedia. Il carrello elevatore e la pedana sono state sequestrate in attesa delle perizie dei consulenti che verranno nominati dalla procura della Repubblica di Salerno. Errore umano o cedimento meccanico? I dubbi verranno scolti nei prossimi giorni.

Sconvolti i titolari dell’azienda agricola. La cooperativa raccoglie ben 300 produttori tra Eboli, Battipaglia e Capaccio.

La tragedia ha lasciato attoniti anche i colleghi di lavoro dell’operaio che, purtroppo, pur accorrendo al terribile rumore dell’impatto, nulla hanno potuto fare null aper salvare il loro compagno. Nelle prossime ore nell’obitorio dell’ospedale di Eboli verrà effettuato l’esame esterno, poi il pm deciderà se procedere con l’autopsia. La salma è stata ricomposta e affidata a un’agenzia funebre. Nelle prossime settimane dovrebbe essere rimpatriata.

Fonte La Città di Salerno

Più informazioni su

Commenti

Translate »