Salerno, questura. Il record di Stefania: la prima donna alla guida dell’Ufficio di Gabinetto

Più informazioni su

Salerno, questura. Il record di Stefania: la prima donna alla guida dell’Ufficio di Gabinetto.

A Pompei, come ad Ischia, la ricordano tutti non soltanto per il suo piglio investigativo ma anche per la sua grande umanità. Promossa ad ottobre primo dirigente, da ieri Stefania Grasso, ricopre un ruolo importante presso la questura di Salerno, quello di capo dell’Ufficio di Gabinetto. Ma a lei va anche un primato, quello di essere il primo poliziotto donna a dirigere questo ufficio, rimasto scoperto da settembre quando è andato in pensione il primo dirigente Raffaele Battista.
IL PERSONAGGIO «Ringrazio il capo della polizia e il mio questore, Maurizio Ficarra, per la fiducia che mi è stata accordata e darò tutta me stessa nella direzione dell’Ufficio di Gabinetto. Seguendo le direttive del questore, l’Ufficio che dirigo sarà a servizio di tutte le altre articolazioni della Questura. Tra i compiti del mio nuovo ufficio, difatti, c’è anche la pianificazione dei servizi di ordine pubblico: darò ogni supporto e ricercherò ogni utile sinergia con tutti gli altri attori della sicurezza sempre partendo dall’ascolto delle istanze dei cittadini singoli o associati in categoria di questa splendida e laboriosa provincia». La Grasso ha firmato le più importanti operazioni di polizia dell’area vesuviana degli ultimi tempi, sventando anche azioni criminali programmate nell’ambito della guerra di camorra tra i clan tra Torre Annunziata, Castellammare e Boscoreale; quindi riportando la legalità tra i venditori di souvenirs al di fuori dei cancelli degli Scavi. Ma non solo, in piena pandemia, ha avuto anche un plauso per la gestione dell’ordine pubblico in vista delle celebrazioni alla Madonna presso il Santuario di Pompei. Tra le funzioni più rilevanti che ha svolto, nelle varie articolazioni della polizia di Stato, ha espletato, dando prova di elevata affidabilità, quelle di funzionario di turno dell’Ufficio prevenzione generale della questura di Napoli, di funzionario addetto del commissariato sezionale di Vicaria di Napoli. Successivamente, è stata dirigente del commissariato di Sorrento, vice dirigente del commissariato di pubblica sicurezza Castellammare di Stabia e dirigente del commissariato pubblica sicurezza di Ischia. Ha ricoperto, altresì, gli incarichi di dirigente dell’Ufficio tecnico logistico della questura Napoli, di Dirigente del commissariato sezionale di Montecalvario di Napoli e, da ultimo, quello di Dirigente del commissariato pubblica sicurezza di Pompei. «Partendo dall’età che spesso si tace – racconta un po’ di se – ho 53 anni, sono romana e dopo gli anni trascorsi per la frequenza del quarto corso allievi aspiranti vice commissari presso l’Istituto superiore di polizia di Roma, nel 1992 sono stata assegnata alla Questura di Napoli dove ho ricoperto numerosi incarichi, da ultimo ho diretto il commissariato di pubblica sicurezza di Pompei». A dare il benvenuto al nuovo dirigente dell’Ufficio di Gabinetto, al secondo piano del palazzone di piazza Amendola, è stato ieri mattina proprio il questore Maurizio Ficarra.

Fonte Il Mattino

Più informazioni su

Commenti

Translate »