Salerno: brindisi con il Covid per 30 ragazzi. Scoppia un focolaio

Più informazioni su

Salerno. Dal countdown per il brindisi di inizio 2021 alla conta dei contagiati. Capaccio Paestum, la città dei Templi, adesso fa i conti con l’emergenza virus. Mai come in precedenza. Perché la “porta del Cilento”, sin dall’esplosione della pandemia della scorsa primavera, è rimasta quasi “immune” al Covid: i casi, naturalmente, ci sono stati. Anche numerosi. Ma mai “cluster” o focolai che facessero scattare dei grossi allarmi. Ora, invece, la paura inizia a montare. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Franco Alfieri, infatti, nella serata di sabato ha ricevuto il bollettino dell’Unità di Crisi di Palazzo Santa Lucia sui controlli dei tamponi effettuati nelle ultime ore nei laboratori regionali: 19 nuovi positivi. Un boom imprevisto che ha fatto scattare subito le indagini epidemiologiche. Che hanno portato a una scoperta inattesa: tutti i nuovi casi, infatti, sono legati a un veglione di San Silvestro tenuto da un numerosissimo gruppo di giovani. Sono circa trenta ragazzi, tutti d’età compresa fra i 18 e i 30 anni. Adesso in tanti sono in isolamento domiciliare, mostrando pure qualche sintomo dell’infezione. All’ombra dei Templi, dunque, il 2021 è iniziato con il “party del contagio”.

La caccia ai partecipanti. I controlli dei vigili, dopo il picco di contagi, sono immediatamente scattati. Lo racconta La Città di Salerno. E i caschi bianchi agli ordini del comandante Natale Carotenuto hanno immediatamente compreso un “collegamento” fra gli ultimi positivi. Un punto di partenza che, dunque, ha portato alla scoperta del “veglione fuorilegge”, tenuto in piena zona rossa nazionale con le maxi- restrizioni che hanno impedito a gran parte degli italiani di muoversi dalle proprie abitazioni per festeggiare l’inizio del nuovo anno. Le indagini dei caschi bianchi sono soltanto all’inizio. Tanti elementi certi, altri ancora da scoprire. Di sicuro c’è che i nuovi casi di Covid hanno portato alla scoperta di gran parte dei partecipanti. Ma non del numero definito: dovrebbero esser stati circa 30 i partecipanti al party, tutti d’età compresa fra i 18 e i 30 anni. Ignoto, al momento, resta anche il luogo dell’incontro: di sicuro è stata un’abitazione privata, in grado di ospitare la grossa mole di persone. Ma non è stata ancora individuata. E proprio su questo elemento si stanno concentrando le ricerche dei vigili urbani di Capaccio Paestum che, al momento, non hanno elevato nessuna sanzione per la “trasgressione” di San Silvestro.

Le conseguenze del party. Il “veglione fuorilegge” e il contagio che n’è conseguito non si è limitato ai soli partecipanti. Negli ultimi report sui casi della città dei Templi, infatti, è emersa la positività di alcuni familiari dei giovani che avrebbero partecipato alla festa per l’arrivo del 2021. La diffusione del virus, dunque, è tutt’altro che limitata. E proprio questo elemento – confermato anche dalle istituzioni sta facendo montare la preoccupazione in tutto il territorio alle porte del Cilento, dal capoluogo fino alle frazioni in riva al mare. Il “contagio del veglione” sta facendo discutere. E all’ombra del Tempio di Nettuno le voci si susseguono. Rapide e contrastanti. I rumors dei soliti “beninformati” che spuntano come funghi dopo una giornata di pioggia in queste occasioni sollevano una questione non da poco: alcuni capaccesi, infatti, evidenziano come al pary “fuorilegge” abbia partecipato una ragazza positiva. Consapevole di avere il Covid-19. Voce che, almeno al momento, non trova alcuna conferma. C’è poi chi punta il dito contro i “padroni di casa”: in molti, infatti, sostengono che siano stati i genitori dell’organizzatore del party a far sì che un gruppo così numeroso di ragazzi si sia ritrovato per festeggiare insieme il nuovo anno invece di stoppare questo “assembramento” che, adesso, spaventa Capaccio Paestum. Le prossime ore si riveleranno decisive per chiarire ogni aspetto di questo raduno ancora avvolto nel mistero. E, soprattutto, per comprendere se i casi di positività al coronavirus legati al “veglione del contagio” della città dei Templi siano finiti qui.

Più informazioni su

Commenti

Translate »