Rossoneri, debacle casalingo

I costieri si svegliano tardi contro un giovane Portici deciso e volitivo ed errano anche il terzo rigore dopo il lockdown

L'immagine può contenere: persone che praticano sport, stadio e spazio all'aperto

Sorrento – Brutta debacle casalinga del Sorrento contro un giovane Portici deciso e volitivo.

La squadra di mister Fusco si sveglia tardi, dopo aver subito anche il raddoppio azzurro erra un rigore decisivo che avrebbe potuto riaprire l’incontro, poi cozza sia con il muro porticese che contro il palo e subisce la terza rete ospite.

Si ci aspettava il rimettersi al passo di come quando si è giocato fino al fermo della stagione, che forse ha influito negativamente sulla mente della squadra, qualcosa si è visto ma troppo tardi con un Portici che dopo essersi rinforzato ha messo in campo ben sette under che hanno dato l’anima ed il corpo. La mancanza di due pedine difensive come Cacace e Mezavilla, che è venuto meno nelle ultime ore, si è fatta sentire, comunque i neo arrivati Russo e Langella devono ancora ambientarsi. Ora, come ha detto mister Fusco qualcosa si deve registrare perché è venuta meno nelle ultime settimane, e si ci deve lavorare, è venuta meno anche la mancanza di personalità non avendo dei punti di riferimento come Cacace e Mezavilla.

Le reti – Tutte a favore della squadra vesuviana che fa caprie subito le sue intenzioni ma le realizza solo al 30’pt con una velenosa e precisa punizione di Nappo dai venti metri sulla sinistra, la sfera aggira la barriera non ben impostata, batte sul secondo palo e si infila. Con la stessa arma trafigge al 7’ della ripresa il portiere costiero, quasi dalla stessa mattonella mette la sfera tesa che si insacca sotto la traversa che tocca e termina in rete. Quando ormai si è quasi sui titoli di coda, triplica al 41’ Esposito con un tiro diagonale a scendere che si infila alla sinistra di Scarano.

La gara – Il Portici ci mette il pepe e la partita è vivace sin dai primi momenti, al 3’ con Arpino che dalla distanza manca di poco sulla traversa, il Sorrento risponde al 9’ con Cunzi ma la sua finalizzazione  in girata è messa in corner da Schaeper, lo stesso attaccante ci prova al volo dopo 180” ma la sua sfera è fuori di 2 metri. I costieri alzano un po’ il loro baricentro ma quello azzurro non arretra, così all’11’ il peperino Nappo, il migliore in campo, manda una palla tesa sopra la trasversale di poco, al 17 è ancora Cunzi a provarci a fila di traversa ma l’estremo azzurro smanaccia in corner.

Arriva la prima rete porticese che da vigore alla squadra di mister Panico, e lo fa avere Marigliano al 42’ rubando palla a Russo alla retroguardia costiera che si salva con la parata di Scarano.

I costieri che fino ad un certo punto sembravano evanescenti a centrocampo, stavolta rintuzzano benino, ma gli azzurri non sono da meno.

Non passano nemmeno i sessanta secondi della ripresa che Cunzi desidera realizzare la sua rete, ma la palla colpita al volo si spegne larga di poco, mentre quella della punizione di Nappo in porta. I rossoneri abbozzano una discreta reazione che porta al rigore errato da Cassata, dopo che lo stesso se lo era procurato entrando in area dal fondo campo. Liccaridi che fino a quel momento era stato ben francobollato, si fa vedere al 23’, la sua botta secca e parata a terra da Schaeper. Il neoentrato Maranzino ci prova lui al 26’ ma l’estremo para a terra la sua sfera. I sorrentini tentano il tutto per tutto anche con i nuovi ingressi, ma quello della porta porticese è ben chiuso, anche dal palo che nega la rete al 27’ a La Monica, mentre il neoentrato Gargiulo Alfonso al volo manda alto di un soffio al 37’. Chiude l’incontro la terza rete ospite al 41’.

Novantunesimo – Volto scuro di mister Fusco che nell’analizzare la gara, parla di un qualcosa che è venuto meno nelle ultime settimane e su cui si ci deve lavorare, la squadra ha avuto mancanza di personalità ed ha perso dei punti di riferimento, riferendosi alla mancanza di Cacace e Mezavilla. Rincara la dose perché quando si vince e si gioca bene contro squadre di alta caratura, ci sono dei mugugni e c’è malessere, per lui c’è mala fede in qualcuno.

Intervista a mister Fusco su: https://www.facebook.com/messages/t/100000255529309

Mister Panico è soddisfatto perché forse non si aspettava i tre punti al campo Italia, ha messo sette under che gli hanno dato una bella soddisfazione, per la prima volta non ha subito reti ed ha il miglior attacco del girone. La gara poteva cambiare se il Sorrento avesse realizzato il rigore, però lui con la sua squadra in questo momento sta lavorando in modo tranquillo per centrare l’obiettivo che si è prefisso con la società: quello di raggiungere il prima possibile la salvezza.

Intervista a mister Panico su: https://www.facebook.com/messages/t/100000255529309.

CAMPIONATO SERIE D 2020/21 – GIORNE H –  11^ GIORNATA

SORRENTO – PORTICI  0-3

Goal: 30’pt e 7’st Nappo; 41’st Esposito.

SORRENTO (4-4-2): Scarano; Gargiulo Als (24’st Cesarano), Russo (11’st Maranzino), Terminiello, Masullo; Basile, La Monica, Langella (11’st Cassata), Camara (24’st Procida); Liccardi (31’st Gargiulo Alf), Cunzi.

A disp: Oliva, Somma, Costantino, Grimaldi.  Allen:  Luca Fusco.

PORTICI (3-5-2): Schaeper; Arpino (45’st Conte), Bisceglia, Del Gaudio; Vitiello (45’st D’Acunto), Nappo, Illuminato (17’st Esposito), Marigliano, Savarise; Prisco, Guadagni (17’st De Luca).

A disp: Spina, Cassitto, De Martino, Petrosino, Maione.  Allen: Domenico Panico.

Arbitro: Valerio Vogliacco di Bari.

Assistenti: Vincenzo Abbinante (Bari) – Franceso Festa (Barletta).

Ammoniti: pt – 5’ Savarise (P), 29’ Russo (S); st – 6’ Basile (S), 31’ Vitiello (P), 33’ Schaper (P), 42’ Esposito (P), 48’ Conte (P),

Note: Giornata nuvolosa/variabile, 15°; erba artificiale buona; spettatori: gara a porte chiuse come da decreto ministeriale per il Covid-19.

Angoli: 8-4.  Recupero: 1’pt e 7’st.

GiSpa

 

Commenti

Translate »