Quantcast

Meta, i familiari di Giuseppina Iside: “Non fiori ma contributi all’ANDOS della dottoressa Pedani che aiuta le malate di tumori al seno”

Più informazioni su

Meta , Sorrento ( Napoli ).  Un grande gesto dai familiari di Giuseppina Iside, andatosene troppo presto, a soli 55 anni

“Ringraziamo la redazione di Positanonews per aver ricordato Giuseppina, non vorremmo fiori per lei ma contributi per l’ANDOS della dottoressa Fulvia Pedani che ha aiuta tantissimo le donne malate di tumore al seno.” Una patologia che non va sottovalutata, come ci spiegano i familiari, Giuseppina si è accorta del tumore solo tre settimane prima, è stato uno strazio a Molinelle a Torino, perchè a causa del Covid  le difficoltà sono state tantissime, come per tutti gli ospedalizzati in questo periodo,  i familiari non potevano neanche vederla, ma ringraziano tantissimo la dottoressa Fulvia Pedani Oncologa alla Città della Salute e Scienza di Torino Presidio delle Molinette che è stata molto vicino a Giuseppina e la sua associazione. Si sa ancora troppo poco di questa patologia anche se se ne parla tantissimo. “Chi è malato di tumore sa che significa essere aiutato con il conforto, con le parrucche, con l’assistenza, questa associazione fa molto e siamo grati a loro e alla dottoressa”

A.N.D.O.S.  ( Associazione Nazionale Donne Operate al Seno clicca qui per il sito )

A.N.D.O.S. onlus nasce, come Centro Riabilitazione Mastectomizzate, nel 1976 da un’intuizione della Signora Luisa Nemez suffragata dal Prof. Piero Pietri , per offrire alle donne operate al seno un’assistenza specifica più ampia e più attenta per aiutarle a superare i molti traumi legati a questa patologia.

AFFRONTIAMO TRAUMI DOLOROSI 

Questi traumi sono quelli psicologici legati alla drammatica scoperta della malattia e ai periodi angosciosi che ne seguono; sono quelli fisici che insorgono al subentrare dei trattamenti, dell’eventuale intervento chirurgico, della comparsa di sintomatologie e di postumi menomanti; sono i gravi traumi psicologici riconducibili a quelle prime laceranti impressioni che ogni donna ha di sé dopo i traumi e i guasti di un intervento: l’impressione alienante di trovarsi di fronte ad un’altra donna, vista improvvisamente così distante e diversa dalla prima, così intimamente colpita nella propria natura femminile, nel proprio desiderio di piacere, nella propria sensualità e sessualità.
Lunghi momenti di sconforto, punti interrogativi, spesso senza risposta, vissuti quasi sempre nel silenzio del proprio pudore, spesso causa sottostimata di molti scompensi nella normale vita coniugale e relazionale.

CON LA DEDIZIONE DI SEMPRE 

A.N.D.O.S. onlus – elemento caratterizzante molto significativo – non nasce da un progetto di non-profit marketing studiato a tavolino che, identificato un determinato bisogno, attivi fasi d’autopromozione e reclutamento.Nasce in tempi in cui le emozioni quotidiane, le esperienze più dolorose – quelle stesse oggi spesso enfaticamente indotte dalla comunicazione e dai media – diventavano patrimonio spirituale di più ampie comunità di familiari, di amici e di vicini, immediata spinta a solidarietà affettuose sempre più allargate.
Nasce dalle esperienze dolorose di donne che, pur portando ancora nel corpo e nel cuore i segni delle prove subite, hanno trovato in sé non solo la forza di superare il proprio trauma ma anche l’emozione positiva e attiva di aiutare altre donne colpite dallo stesso morbo.
Volontarie di tutte le età, Volontarie di tutti i contesti sociali che hanno deciso di dedicare ad altre donne – con affettuosa, instancabile dedizione sempre più professionale – le proprie attenzioni, la propria assistenza, il proprio tempo, talvolta anche i propri risparmi.
Sì, perché l’attività dell’Associazione vive tuttora e prevalentemente dell’aiuto finanziario delle sue Associate.

GRATUITAMENTE E IN SILENZIO 

Come forse non tutti sanno, i servizi d’educazione e assistenza sanitaria, d’assistenza psicologica e di sostegno (estesa agli aspetti burocratico, previdenziale, assicurativo) e di nuova socializzazione vengono erogati da A.N.D.O.S. onlus in forma totalmente gratuita.
Discretamente e in silenzio: un silenzio che ricordiamo legato ai sommessi gesti di solidarietà e d’umanità di un tempo; un silenzio che nel proliferare quotidiano di tante iniziative pubblicitarie e di tanti eventi quasi urlati in tema di solidarietà, appare forse in controtendenza ma sicuramente più significativo e antico.

A.N.D.O.S. ONLUS OGGI

Alle prime Volontarie sono venute aggiungendosi altre Volontarie, talvolta addirittura figlie delle prime; alle prime Associate altre Associate: insieme assommano oggi a molte migliaia e fanno capo agli oltre 60 Comitati A.N.D.O.S. onlus – costituiti o costituendi – presenti sul territorio.
Assistenza e dedizione personale delle Volontarie si sono via completate con aggiornamento, formazione, professionalizzazione; insieme ai medici e fisioterapisti (uomini e donne) aggregatisi come Volontari, le Volontarie A.N.D.O.S.onlus frequentano ormai da alcuni anni i corsi d’aggiornamento e di formazione promossi dall’Associazione e tenuti periodicamente da Docenti delle principali Università.
Questa crescita in solidarietà, professionalità, consapevolezza ha consentito ad A.N.D.O.S.onlus di ampliare i propri campi d’intervento: inizialmente limitati alle sole specifiche esigenze riabilitative pre-post trattamento, si sono estesi ai vari supporti psicologici mirati al recupero, da parte delle donne colpite dal carcinoma mammario, di quella femminilità a torto ritenuta perduta per sempre e alle mai troppo divulgate e sollecitate azioni di prevenzione e di diagnosi precoce.
Diagnosi precoce che oggi, anche alla luce dei grandi passi fatti in questi anni dalla chirurgia conservativa di cui l’Università e la Ricerca italiane sono state indiscusse antesignane, contribuisce ad innalzare a percentuali sempre più elevate gli esiti positivi di una patologia fino a pochi anni fa dall’esito dolorosamente incerto.

GLI OBIETTIVI D’OGGI, GLI OBIETTIVI DI DOMANI 

Accanto agli obiettivi primari di una sempre maggiore sensibilizzazione della popolazione femminile alle problematiche di prevenzione, di diagnosi precoce; accanto a quelli di una sempre maggiore presenza in ambito riabilitativo; accanto agli obiettivi mediati di formazione professionale delle Volontarie nel rispetto delle motivazioni etiche e solidaristiche originali; accanto a quelli di rinnovati modelli organizzativi vincolati ad una carta dei servizi recante programmi, codici di comportamento, livelli d’assistenza professionale e di una futura, progressiva certificazione secondo il codice SGQ ISO 9001, A.N.D.O.S. onlus vuole affrontare oggi un nuovo obiettivo di grande respiro.
Un obiettivo rivolto principalmente alla popolazione femminile dell’Italia centro-meridionale che appare tuttora la meno informata e probabilmente la meno seguita: meno colpita in termini percentuali dalla patologia tumorale rispetto a quella dell’Italia settentrionale presenta ancor oggi, purtroppo, esiti infausti in percentuali ampiamente superiori.

COMPETENZE , SINERGIE 

Se in campo riabilitativo le tecniche di linfodrenaggio note in campo medico come “metodo A.N.D.O.S.” hanno fatto storia, se la presenza attiva delle Volontarie A.N.D.O.S. onlus anche negli ospedali viene sempre più considerata come complementare ai trattamenti e agli interventi medico-chirurgici e non più marginale e meramente surrogatoria come in passato, il Direttivo dell’Associazione e il suo Comitato Tecnico Scientifico sono alla continua ricerca di metodiche mediche e di sistemi medicali atti a dare risposte sempre più convincenti nelle fasi di diagnosi e di riabilitazione e a contenere in ambiti sempre più ridotti i risvolti negativi del morbo nelle sue varie fasi.
Questa ricerca ha tuttavia, e comprensibilmente, limiti settoriali e specialistici nelle specifiche competenze e limiti spesso rigidi ed invalicabili nelle risorse a disposizione: è pertanto da una sinergica armonizzazione d’obiettivi e risorse che possono ottenersi i migliori risultati.
Coerentemente A.N.D.O.S. onlus si è fatta promotrice di un approccio più efficace ed integrato da riservare alle problematiche di diagnosi precoce, prevenzione e riabilitazione.

C’E’ ANCORA MOLTO DA FARE 

A.N.D.O.S. onlus si è ripromessa di sensibilizzare il pubblico femminile sia sulle problematiche della patologia mammaria sia sull’esistenza di una valida offerta di servizi d’assistenza completamente gratuiti presso i propri Comitati anche mediante una comunicazione non strettamente legata alla cruda terminologia medica.

Più informazioni su

Commenti

Translate »