Maiori, basta caccia all’untore: nessuna festa di laurea, la ragazza aveva ragione. Della Pace “Il sindaco ci vuole tutti delatori e spie”

Più informazioni su

Maiori, basta caccia all’untore: nessuna festa di laurea, la ragazza aveva ragione. Positanonews prende posizione in questa vicenda nata a Maiori , assolutamente è sbagliato puntare alla delazione , bisogna puntare sulla responsabilità, per non evocare fantasmi medievali di manzoniana memoria. Andrea Reale sindaco di Minori referente sanità  della Conferenza dei Sindaci della Costa d’ Amalfi è stato chiaro nel parlare di responsabilità e prudenza “per evitare ai nostri cari di andare in ospedale”, con tutte le conseguenze del caso, ma cosa diversa è puntare sulla delazioni, come sembra stia avvenendo, a detta delle minoranze. E’ una cosa incivile, non solo perchè poi la ragazza in questione ha chiarito in un post che sotto noi pubblichiamo che non era vero nulla, ma anche perchè è fuori da ogni regola morale e contro l’umanità .

L’INTERVENTO DELLA MINORANZA

Cari concittadini, ha scritto il gruppo consiliare di Salvatore Della Pace e Marco Cestaro, col cuore vi chiediamo di trascurare il suggerimento del Sindaco annunciato solennemente in videoconferenza: segnalare anonimamente se si ha il sospetto che famiglie, adulti e giovani, non rispettano le norme anti Covid-19.
E così dovremmo diventare tutti dei delatori e delle spie.
Purtroppo non ci sorprende più di tanto: è abituato a sparare così spesso le baggianate tanto che alcune “perle” hanno conosciuto l’onore delle tv e articoli di colore.
Ma questa sua ultima uscita è pericolosa e immorale. Lo diciamo chiaramente: offende profondamente tutti noi maioresi, che abbiamo una dignità e un senso civico che proprio lui forse ignora.
Il nostro comportamento è così semplice che non occorrono suggerimenti offensivi: si avverte l’eventuale trasgressore che, per il bene di tutti, è tenuto a rispettare le norme anti Covid-19. Solo se non si ottiene riscontro, allora è giusto segnalare l’eventuale trasgressore o il luogo dove potrebbe iniziare un nuovo focolaio epidemico, ovviamente senza nascondersi nell’anonimato.
Caro Sindaco, la caccia alle streghe non serve a nulla; può semplicemente distruggere quella solidarietà umana che ci ha sempre contraddistinto come comunità.
Per noi, tutti i nostri concittadini positivi sono solo persone sfortunate; e non servono commenti inopportuni o, peggio, fare discriminazioni.
Vorremmo tanto che il Sindaco lo capisse.

GLI APPREZZAMENTI DELL’EX SINDACO DELLA PIETRA E RUSSOMANDO

Hanno manifestato apprezzamento sulla Pagina Facebook, l’ex Sindaco Stefano Della Pietra e l’ex assessore Gerardo Russomando. Quest’ultimo ha anche commentato :”Totalmente d’accordo. Aggiungo solo che queste cose sono anche assolutamente inutili per sconfiggere il virus. Se si manifestano dei positivi e’ semplicemente perché GIÀ tra di noi erano presenti dei positivi asintomatici non individuati e non isolati. E questa è Scienza”.
Sempre Gerardo Russomando si era già espresso con parole durissime: “ Purtroppo tira una brutta aria. Ne sono profondamente addolorato perché so che la strada sarà ancora lunga e dolorosa e vedo che chi più in alto sta meno fa per non farci arrivare a scannare l’uno con l’altro”.
Vediamo adesso se il Sindaco nelle prossime ore correggerà perlomeno il tiro su questa inqualificabile scivolata.

Caccia all'untore

IL POST DELLA RAGAZZA VITTIMA DELL'”INQUISIZIONE”

Intanto, non aveva tardato ad arrivare la risposta della ragazza interessata, accusata di aver partecipato ad una festa di laurea durante la quale avrebbe contratto il virus che vogliamo rendere nota esprimento totale solidarietà:

Premettendo che non sono solita a scrivere sui social, ma adesso più che mai mi sono scocciata di sentirmi dire tanta cattiveria gratuita per non aver commesso nulla di male. Non sono andata assolutamente a nessuna festa di laurea. Sono una ragazza di sani principi, che non metterebbe mai a rischio la propria salute, quella dei miei genitori, di mio fratello e di mia sorella che ha appena due anni. Ho eseguito il tampone per un semplice mal di gola, in modo tempestivo mia madre si è affrettata a farmelo eseguire, sempre per nostra coscienza, ma mai all’idea di un esito positivo.

In questo brutto momento dove ci vorrebbero solo parole di conforto e forza mi ritrovo a combattere contro un paese di cattivi salvando ovviamente la faccia di qualcuno. E comunque sembra che il virus lo abbia portato io dalla Cina grazie alla vostra cattiveria gratuita spero non vi ritroviate in una situazione del genere. Buona serata a tutti! 

Più informazioni su

Commenti

Translate »