Il Presepe di Santa Lucia a Meta video

Più informazioni su

Il Presepe di Santa Lucia a Meta.

Il Presepe di Santa Lucia a Meta

Meta sulla costa di Sorrento è ricca di bellezze . Le restrizioni imposte dalla seconda ondata di pandemia ci hanno costretto a limitare i nostri spostamenti. Costretto nel mio comune di residenza a Meta ho avuto la fortuna di ammirare un presepe veramente interessante e ben fatto: quello della chiesa di S. Lucia a Meta ufficialmente denominata SS. Annunziata dei Cafiero.
La chiesa è la seconda per dimensioni ed importanza a Metà e fu istituita x volere del Monte dei Cafiero, ovvero di un’antichissima associazione di mutuo sostegno e soccorso tra membri di famiglia aventi lo stesso cognome.

Orbene nella bella e spaziosa sagrestia laterale della chiesa oltre all’approntamemto di un futuro minimuseo dei Cafiero è stato istituito e prodotto in museo bello quanto interessante. L’idea è la direzione dei lavori è venuta a Luigi Ruggiero, che con la collaborazione di quasi tutti i familiari ( il fratello Giuseppe, il figlio Pièrre, il genero Costantino) è riuscito ad elaborare una natività non solo bella ma anche rispettosa dei luoghi. La natività è posta classicamente al centro del presepe e sul versante destro dello spettatore è stato riportato uno scenario classico e bucolico tipico dei presepi sette-ottocenteschi, mentre sul versante sinistro con originalità ed ingegno sono stati riprodotti scorci, angoli, facciate, archi e portali del quartiere di Santa Lucia. Stupenda la riproduzione della facciata della chiesa stessa a dominare tutto il versante sinistro. Esemplare la cura ed il rispetto dei dettagli di case cortili e facciate di case del quartiere omonimo. Tobia Cafiero, generoso ed attivo presidente del Monte dei Cafiero nonchè deus ex machina dell’iniziativa mi ha spiegato che l’idea della riproduzione delle case del quartiere è venuta nell’analizzare una foto d’epoca inerente il Bar Astarita caratterizzato da una serie di dettagli architettonici ben in vista. Per ciò che riguarda i pastori invece vi è stato il contributo determinante di uno dei maghi dell’arte presepiale locale: il mitico Marcello Aversa.
Siamo rimasti stupefatti per l’idea tanto semplice nel pensarla quanto difficile nel realizzarla.
Suggerisco di visitare ed osservare con attenzione questo presepe, magari nei giorni dell’Epifania. Anzi più che un suggerimento sarebbe un dovere per gli amanti del bello di visitarlo.

Più informazioni su

Commenti

Translate »