Emergenza Covid-19, Camera di Commercio – Sospensione protesti: proroga dei termini fino al 31 gennaio 2021

Più informazioni su

Emergenza Covid-19, Camera di Commercio – Sospensione protesti: proroga dei termini fino al 31 gennaio 2021.

Si comunica che è stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 322 del 30 dicembre 2020, la Legge 30 dicembre 2020, n. 178 (Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023). Il comma 207 dell’art. 1 ha disposto che i termini di scadenza relativi a vaglia cambiari, cambiali e altri titoli di credito aventi efficacia esecutiva, che ricadono o decorrono nel periodo dal 1° settembre 2020 al 31 gennaio 2021, sono sospesi fino al 31 gennaio 2021 ai sensi dell’articolo 11 del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23, convertito, con modificazioni, dalla legge 5 giugno 2020, n. 40. I protesti o le constatazioni equivalenti già levati nel predetto periodo sono cancellati d’ufficio. Non si fa luogo al rimborso di quanto già riscosso”.

Pertanto, per effetto dell’emergenza epidemiologica, la predetta normativa interviene nuovamente sulla sospensione dei termini di scadenza dei titoli di credito disposta in precedenza per il periodo dal 9 marzo 2020 fino al 31 agosto 2020. Le ultime disposizioni emergenziali estendono la sospensione dei termini al 31 gennaio 2021.

La Camera di Commercio di Salerno, per quanto di competenza, ha già provveduto, sulla base di quanto previsto dalla previgente normativa, alla cancellazione dal “Registro Informatico dei Protesti” dei titoli protestati nel periodo dal 9 marzo 2020 al 31 agosto 2021.

Di conseguenza, in ottemperanza al predetto comma 207 dell’art. 1 della legge 178/2020, la Camera di Commercio di Salerno provvederà, in tempi brevi, alla cancellazione dei titoli protestati dal 1°settembre 2020 al 31 gennaio 2021.

 

IL REGISTRO INFORMATICO dei PROTESTI

art.3 bis Legge 15/11/1995, n. 480 – Decreto M.I.C.A. 9/8/2000 n. 316

 

Il “Registro Informatico dei Protesti” è la banca dati nazionale istituita, presso le Camere di Commercio, al fine di accrescere il livello di certezza e trasparenza dei rapporti commerciali.

Nel registro sono iscritti i protesti per mancato pagamento di cambiali, tratte accettate, assegni bancari e postali. Il protesto è un atto pubblico con cui il Pubblico Ufficiale autorizzato constata la mancata accettazione di una tratta o il mancato pagamento di una cambiale o di un assegno.

Ogni Camera di Commercio provvede mensilmente alla pubblicazione dei protesti levati dai pubblici ufficiali (notai, segretari comunali e ufficiali giudiziari) nell’ambito della provincia di competenza.

Le notizie dei protesti sono conservate nel Registro Informatico per cinque anni dalla data di iscrizione oppure possono essere cancellate dall’interessato, prima del quinquennio, secondo le modalità previste dalla legge.

Questa banca dati rappresenta un valido strumento di tutela della fede pubblica che assicura tempestività di informazione su tutto il territorio nazionale.

La consultazione del Registro assume, infatti, particolare importanza per poter dimostrare la propria solvibilità o per valutare l’affidabilità di qualsiasi interlocutore economico.

I compiti della Camera di Commercio

La Camera di Commercio di Salerno cura la tenuta del “Registro Informatico dei protesti” nell’ambito del territorio provinciale di propria competenza, più precisamente:

  • provvede ad iscrivere nel Registro Informatico – entro dieci giorni dal ricevimento – gli Elenchi dei protesti levati dai Pubblici Ufficiali nella circoscrizione territoriale di competenza e da questi trasmessi il 1° giorno di ogni mese;

  • effettua, su richiesta dell’interessato, la cancellazione dei protesti previa dimostrazione:

    • dell’avvenuto pagamento della cambiale o tratta accettata entro 12 mesi dalla data di levata del protesto;

    • dell’avvenuta riabilitazione con decreto del Tribunale nel caso di cambiali o tratte accettate pagate dopo i 12 mesi dalla data di levata del protesto o nel caso di protesti relativi ad assegni;

    • dell’illegittima o erronea levata del protesto di assegni o cambiali o tratte accettate

Più informazioni su

Commenti

Translate »