Depuratore in Costiera: le minoranze di Maiori e Minori presentano le criticità in Provincia

Più informazioni su

Costiera amalfitana. Ieri mattina i consiglieri Elvira D’Amato del gruppo “Maiori di nuovo” e Fulvio Mormile del gruppo “Minori Unita” hanno incontrato presso l’ufficio ambiente della provincia il Rup del G.P: “Risanamento Ambientale dei corpi idrici superficiali della Provincia di Salerno” l’architetto Cavaliere, per confrontarsi sulle scelte che riguardano il grande progetto dell’impianto di depurazione a Maiori e Minori.

Ecco cosa hanno scritto i due consiglieri: “I punti affrontati nell’ambito della riunione hanno riguardato molteplici aspetti, sia tecnici che politici, evidenziando i conseguenti profili d’interesse ambientale che riguardano il territorio della Costa d’Amalfi. La discussione molto proficua ha consentito anche di approfondire le caratteristiche tecniche del progetto e le ulteriori evoluzioni degli interventi locali. Nonostante gli sforzi compiuti dagli uffici per adeguare le opere alle peculiarità geografiche, permangono forti spunti di criticità”.

incontro maiori-minori

Sono state espresse da parte dei consiglieri alcune perplessità circa la portata reale dell’impianto a fronte dell’effettivo bacino d’utenza, spingendosi fino a consigliare all’ufficio di valutare ulteriormente alcuni parametri essenziali di base. “Si sarebbe auspicato un coinvolgimento differente da parte delle amministrazioni comunali locali nelle scelte di fondo del progetto, pervenuto all’attuale fase di affidamento dell’appalto integrato, soprattutto sulla praticabilità di soluzioni alternative meno impattanti sul territorio, anche in considerazione del fatto che l’impianto previsto sembrerebbe avere le stesse caratteristiche tecniche di quello installato ad Amalfi che, come noto, ha creato non pochi problemi di funzionamento, peraltro nel pieno della stagione turistica estiva. È stata ulteriormente sottolineata tra le criticità la localizzazione dell’impianto prevista in Area a tutela integrale dal punto di vista idrogeologico. Questo progetto è troppo importante per non renderne partecipe la cittadinanza, sia oggi che nel corso delle successive iniziative che “Maiori di nuovo” e  “Minori Unita” intraprenderanno a tutela del nostro territorio”.

Più informazioni su

Commenti

Translate »