Costiera amalfitana: la curva dei contagi inizia a far paura. 1/4 degli infetti di Salerno è nella Divina

I dati del contagio continuano ad aumentare e in provincia di Salerno adesso a far paura sono i numeri che arrivano dalla Costiera amalfitana. La Divina, infatti, sta rivivendo un incubo. Come riporta La Città di Salerno, dei 193 tamponi infetti relativi al Salernitano e comunicati ieri dall’Unità di Crisi della Regione Campania in base agli accertamenti effettuati in laboratorio nella giornata di giovedì, ben 55 riguardano il territorio che va da Vietri sul Mare a Positano. A influire in particolare sono gli accertamenti relativi a Praiano: nel piccolo borgo di 2mila anime, infatti, sono stati scoperti ben 23 test infetti. In pratica l’uno per cento della popolazione. 

Sos nella Divina. La Costiera Amalfitana, dunque, sembra essere in questo momento il fronte più caldo del virus in provincia di Salerno. Alcuni campanelli d’allarme erano giunti già nelle scorse ore quando, alla conferma dei primi casi di positività, seguirono i ripetuti appelli delle istituzioni e rivolti ai cittadini per osservare scrupolosamente le norme anti-contagio. Il quadro, però, col passare dei giorni sembra in peggioramento. Sono 23 i test infetti intercettati a Praiano dove gran parte dei nuovi casi di positività sono relativi a “contatti diretti” delle persone risultate infette negli scorsi giorni. Numeri allarmanti anche in altri centri della Costa Diva: ad Amalfi, dopo la positività del segretario comunale, sono stati intercettati dieci tamponi positivi; sette a Tramonti; sei a Maiori e Minori; due a Positano e un altro a Positano. Gli esiti di altri esami diagnostici saranno ufficializzati nelle prossime ore ma le ultime sensazioni dicono che i numeri sono destinati ad aumentare anche in Comuni che sembravano essere risparmiati da questo picco di contagi d’inizio anno in Costiera Amalfitana.

Anche nell’area più meridionale della provincia di Salerno l’attenzione resta altissima. Mentre a Sapri l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Gentile ha comunicato un altro caso di positività relativo alla studentessa rientrata dall’Inghilterra (si tratta di una familiare della giovane), la curva cresce a Vibonati. Confermando le sensazioni fosche diffuse in una lettera dal sindaco Franco Brusco che aveva invitato i suoi concittadini che avevano partecipato nel corso delle festività a «momenti conviviali» di segnalarsi alle autorità sanitarie. Ieri l’amministrazione comunale ha accertato altri tre casi: sono tutti giovanissimi, fra i 18 e i 20 anni, così come le positività registrate nelle scorse ore che hanno portato il numero totale degli infetti nel Golfo di Policastro a quota 12.

Il report dell’Unità di Crisi. Nel giorno in cui l’ordinanza del Ministero della Salute ha decretato come “zona gialla” la Campania per la prossima settimana, l’indice di positività sul territorio regionale aumenta. Sono 984 i positivi accertati nei controlli di giovedì – di cui 75 sintomatici – su 8.889 tamponi processati. La curva dei contagi è in crescita con la percentuale dei contagiati sui tamponi che sale all’11%. I deceduti sono 46, di cui 6 nelle ultime 48 ore, e 2.151 i guariti. Dall’inizio dell’emergenza a oggi, il totale dei positivi arriva a 197.255 su oltre 2 milioni di tamponi. Sono 3.079 i deceduti dall’inizio della pandemia in Campania e 119.030 i guariti. In lenta risalita anche il numero di ricoveri: sono 100 i pazienti in terapia intensiva (su 656 posti letto disponibili), quattro più del giorno precedente, e 1.395 quelli in degenza (su 3.160 posti disponibili), 10 in più rispetto ai numeri diffusi giovedì. Questo il report Comune per Comune dell’Unità di Crisi della Regione Campania relativo ai controlli effettuati in provincia di Salerno: Amalfi 10, Angri 6, Baronissi 9, Bracigliano 10, Buonabitacolo 2, Campagna 3, Castel San Giorgio 6, Cava de’ Tirreni 12, Eboli 6, Fisciano 4, Maiori 6, Mercato San Severino 6, Minori 6, Montecorvino Pugliano 1, Montesano sulla Marcellana 1, Nocera Inferiore 17, Nocera Superiore 4, Pagani 4, Palomonte 3, Pellezzano 2, Pontecagnano Faiano 3, Positano 1, Praiano 23, Ravello 2, Roccapiemonte 2, Sala Consilina 6, Salerno 6, San Pietro al Tanagro 1, San Valentino Torio 2, Sant’Egidio del Monte Albino 1, Sarno 1, Scafati 15, Siano 4, Torre Orsaia 1, Tramonti 7.

L’articolo de La Città di Salerno fa riferimento a dati non aggiornati a sera tarda. Positanonews, invece, ha pubblicato un report con dati aggiornati, per cui la situazione peggiore è di Maiori, poi Ravello.

 

Commenti

Translate »