Cava de’ Tirreni: i giovani dicono addio alla “strada dell’amore”

Cava de’ Tirreni. Via le coppiette in macchina e il degrado da via Bonazzi: l’amministrazione comunale è pronta a mettere in atto un radicale intervento di riqualificazione e ripristino del decoro su una delle “strade dell’amore” più note e frequentate del territorio di Cava de’ Tirreni.

Da sacro a profano: come spiega La Città di Salerno, negli anni la stradina panoramica della Pietrasanta – così chiamata per la presenza della pietra sulla quale papa Urbano II si riposò nel 1092, mentre era diretto alla vicina Abbazia Benedettina della Santissima Trinità, era diventato luogo frequentato da giovani innamorati alla ricerca di un posto tranquillo, isolato e nascosto da occhi indiscreti dove appartarsi. Ma a quanto pare la tradizione dei giornali ai finestrini, dei fazzoletti sporchi e dei profilattici usati abbandonati sul ciglio della strada sta per far spazio alla rivalorizzazione ambientale e culturale del luogo.

A seguito di una sempre più massiccia quantità di segnalazioni in merito al degrado in cui versa il tratto – sia dal punto di vista del decoro che della manutenzione – arrivate dai residenti della zona e da quanti la frequentano di giorno per godere del panorama che la strada offre affacciandosi sull’intera valle metelliana, dal Comune si è deciso di dare un colpo di spugna radicale alla situazione intervenendo alla radice del problema. Non appena le condizioni meteorologiche lo permetteranno, infatti, la Metellia Servizi, la società partecipata del Comune che si occupa, tra le altre cose, dell’igiene ambientale e della raccolta dei rifiuti, provvederà a una bonifica dell’area che sarà successivamente interdetta al transito e alla sosta delle automobili. Si procederà, poi, con una serie di interventi di messa in sicurezza e la successiva predisposizione di un piano di rivalorizzazione turistico-culturale.

«Diventerà un’area riservata, interdetta alle auto (tranne che per i residenti) e luogo dove sarà possibile organizzare iniziative legate al jogging e al trekking – ha spiegato l’assessore con deleghe all’Ambiente e ai Lavori pubblici, Nunzio Senatore – ma anche allo street food o semplicemente per una bella passeggiata con splendida vista sull’intera vallata cavese con scorcio sul mare. La Metellia Servizi, come fa periodicamente, ha provveduto allo spazzamento per la rimozione di profilattici, fazzoletti e giornali e nei prossimi giorni, appena il tempo lo consentirà, la zona sarà interamente bonificata. Allo stesso tempo stiamo lavorando per ridare la dignità che merita a questa storica passeggiata panoramica, con il rifacimento del muretto di cinta, riasfaltandola e mettendola in sicurezza anche sotto l’aspetto della fruizione, trasformandola in una zona a traffico limitato».

Le coppiette, dunque, dovranno dire addio a un luogo che per generazioni è stato sinonimo dell’amore giovanile. Non resta che individuare altri punti della città dove potersi rifugiare. E le alternative certo non mancano.

Commenti

Translate »