Capri, collegamenti via mare in tilt: l’assessore va all’attacco

Capri, collegamenti via mare in tilt: l’assessore va all’attacco. Ce ne parla Marco Milano in un nuovo articolo dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis. Problema collegamenti marittimi con Capri questione annosa, «occorre garantire la continuità territoriale». Il Comune interviene sulla polemica della sospensione di numerose corse di aliscafi tra l’isola azzurra e la terraferma, schierandosi al fianco dei pendolari e dell’utenza. L’assessore ai trasporti marittimi del Comune di Capri Paola Mazzina ha inviato una nota alla Regione Campania, alle compagnie di navigazione, a enti e associazioni interessate, manifestando una ferma presa di posizione in favore dell’associazione pendolari isola di Capri che aveva lamentato disservizi sulla tratta Capri-Napoli. Una protesta condivisa anche dalla delegazione isola di Capri dell’unione nazionale Consumatori che aveva fatto appello alla necessità di tutelare il diritto alla mobilità, e i collegati diritti al lavoro e al riposo di capresi ed anacapresi, alle prese con sospensioni e annullamenti delle corse. E l’intervento dell’assessore Mazzina fa seguito a una replica di una delle compagnie. «I toni e gli argomenti scomodati nella missiva – ha sottolineato Mazzina – sono fortemente lesivi non solo della dignità dell’associazione ma anche dell’ente e dell’intera comunità isolana». E rispetto a quanto espresso dalla società circa la titolarità del comando del naviglio alla decisione di affrontare o meno la navigazione la responsabile dell’amministrazione di Capri per i trasporti marittimi ha sottolineato che «invitare chi segnala la soppressione di un consistente numero di corse ad accettare acriticamente l’inappellabile valutazione del comando del naviglio rappresenta solo un’ennesima forma di insofferenza verso qualsiasi forma di controllo esterno di decisioni che non sempre sono giustificate da condizioni meteo marine avverse».

Commenti

Translate »